Al Salone Internazionale del Libro il catalogo scientifico del Museo dei Brettii e degli Enotri · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Al Salone Internazionale del Libro il catalogo scientifico del Museo dei Brettii e degli Enotri

Print Friendly

salone_del_libro_catalogo_museo_brettiiCon la presentazione del catalogo scientifico del Museo dei Brettii e degli Enotri di Cosenza é stato inaugurato lo spazio istituzionale della Regione Calabria al Salone Internazionale del libro 2015 di Torino.

Presenti il Direttore Generale del Dipartimento regionale turismo, beni culturali, istruzione e cultura Pasquale Anastasi e il Dirigente del settore cultura Armando Pagliaro i quali, nel ringraziare il Comune di Cosenza , hanno ricordato che il catalogo rientra in una delle azioni del progetto per il Museo civico cosentino, finanziato dalla Regione Calabria nell’ambito dell’avviso pubblico per la qualificazione e valorizzazione del sistema museale regionale.

A fare gli onori di casa l’Assessore alla comunicazione, turismo e marketing territoriale del Comune di Cosenza, Rosaria Succurro, mentre Maria Cerzoso, direttrice del Museo dei Brettii e degli Enotri, entrando nel merito del catalogo – presente l’editore Florindo Rubbettino – ha sottolineato il valore del Museo e della sua collezione non solo per la città di Cosenza ma per l’intera Calabria in virtù degli importanti ed unici reperti che espone, riferibili alle civiltà autoctone degli Enotri e dei Brettii, etnie che hanno fatto la storia dell’identità calabrese, nonché per le attività che svolge e che ne fanno un museo di servizi. Ha ulteriormente arricchito l’evento Maria Teresa Iannelli, giá funzionario della Soprintendenza Archeologica della Calabria, la quale si é soffermata sulla funzione del Museo civico di Cosenza come istituzione territoriale identitaria voluta dai padri fondatori dell’Italia unita già dalla fine dell’800.

Sul catalogo, la Iannelli ha sottolineato “la sua valenza specialistica che riafferma la funzione stessa del museo ed è la base imprescindibile per la ricostruzione storica del territorio”. Stefania Mancuso, docente di archeologia classica e didattica del Parco e del Museo dell’Università della Calabria ha ulteriormente approfondito l’importanza della valorizzazione dei beni culturali, “fondamentale – ha detto – per garantire una buona fruizione delle struttura su cui è stato elaborato uno specifico piano di valorizzazione posto alla base del progetto di gestione del museo finanziato dal bando regionale a sostegno delle attività imprenditoriali.

“Sono orgogliosa che il catalogo del Museo dei Brettii e degli Enotri sia stato presentato in questo prestigioso contesto – ha detto a conclusione dell’incontro l’Assessore Rosaria Succurro – e dell’importanza che il nostro museo, il secondo con la collezione più antica della Regione Calabria, ricopre in una città come Cosenza che, con l’Amministrazione Occhiuto, ha mostrato una rinnovata attenzione alla valorizzazione, alla promozione e alla divulgazione dei propri beni culturali. Sono altresì orgogliosa che questa attenzione venga riconosciuta a livello regionale e che le nostre eccellenze culturali arrivino, attraverso iniziative come queste, fuori dai confini regionali”.

pubblicità

loading...