La Città dei ragazzi chiude una stagione più che positiva · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

La Città dei ragazzi chiude una stagione più che positiva

citta-dei-ragazzi-cosenzaCOSENZA – Trecento iscritti all’intrattenimento estivo e ben 7000 alunni in visita nel corso dell’anno. Si sono concluse la settimana scorsa le attività estive alla Città dei Ragazzi che, per qualche mese, sarà interessata da lavori di riefficientamento energetico e di riqualificazione dei cubi (in simultanea con il cantiere dovrebbe comunque essere garantita l’apertura al pubblico secondo il normale calendario che riprenderà nel mese di settembre).

E’ dunque tempo di bilanci per l’anno che è appena terminato e che ha visto gli operatori delle Cooperative che gestiscono la struttura promuovere numerose iniziative ad alta partecipazione di bambini.

“Dalla Giornata della memoria fino al Carnevale e alle altre festività, passando per la promozione della lettura e per le diverse attività ludiche che si sono svolte – dichiara il sindaco Mario Occhiuto – e giungendo dunque al programma quotidiano di giugno e luglio che l’Amministrazione comunale ha di nuovo confermato per andare incontro alle esigenze delle famiglie dopo la chiusura delle scuole, la Città dei ragazzi si conferma un presidio che è riferimento importante per il nostro territorio. Oltre all’intrattenimento estivo, con più di 300 bambini iscritti,  mi piace sottolineare – aggiunge Occhiuto – le visite delle scolaresche che abbiamo registrato da tutta la  regione”.

Nel corso di quest’anno scolastico, infatti, sono passati dalla Città dei ragazzi circa 7000 alunni dei tre ordini di scuola.

“Ringrazio il personale delle Cooperative per avere chiuso al meglio una stagione da incorniciare – conclude il Sindaco – Noi puntiamo molto sulla formazione dei nostri cittadini più piccoli e continueremo a investire sulle opere immateriali che puntano proprio a sviluppare una coscienza civica e critica rispetto al mondo”.

Commenta

loading...