La città del cuore: Comune, Gioielleria Scintille e l’orafo Sacco lanciano un progetto a tutela di un sito o bene artistico della città · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

La città del cuore: Comune, Gioielleria Scintille e l’orafo Sacco lanciano un progetto a tutela di un sito o bene artistico della città

conferenza_stampa_la_citta_del_cuore_2015COSENZA – La Gioielleria Scintille Montesanto lancia il primo progetto di marketing socio-territoriale che sarà presentato al pubblico venerdì 11 settembre, con una sfilata di gioielli storici di Gerardo Sacco, partner dell’iniziativa, nel Castello normanno svevo di Cosenza.

Lo stesso che ha fatto da cornice alla presentazione alla stampa, presenti Rosaria Succurro, assessore al marketing territoriale del Comune di Cosenza, che patrocina l’iniziativa; Sergio e Stefania Mazzuca, titolari della Gioielleria Scintille Montesanto di Cosenza e San Marco; il maestro orafo, Gerardo Sacco.

Si tratta di un ambizioso progetto di marketing socio-territoriale mirato al restauro di un sito o monumento della città di Cosenza bisognoso di intervento. Non a caso il lancio del progetto avviene nella location che più di ogni altra rappresenta, oggi, il simbolo del rinato patrimonio artistico e culturale.

La Gioielleria Scintille Montesanto chiede a tutti i cittadini di segnalare i piccoli e grandi tesori della città di Cosenza che amano e vorrebbero salvare, con l’obiettivo di sensibilizzare alla tutela del nostro patrimonio artistico e paesaggistico e favorire la collaborazione fra comunità e istituzioni sia private che pubbliche.

Dall’11 settembre al 31 dicembre 2015 sarà possibile effettuare le segnalazioni sul sito www.scintillemontesanto.com/lacittadelcuore

Il budget destinato al recupero dell’opera, che sarà scelta tra quelle suggerite dai cittadini compatibilmente con i fondi raccolti, sarà alimentato in due modi:
1) La Gioielleria Scintille Montesanto devolverà al progetto una percentuale del proprio fatturato generato dall’11 settembre al 31 dicembre 2015;
2) la Gerardo Sacco Srl ha realizzato un gioiello del valore commerciale di 8.000 euro che sarà messo in palio per una riffa i cui biglietti saranno disponibili, oltre che durante l’evento dell’11 settembre al Castello Svevo, fino a fine anno presso i punti vendita Scintille Montesanto a Cosenza e San Marco.

L’estrazione avverrà il 16 gennaio 2016. I dettagli saranno resi noti entro la prima settimana di gennaio sul sito www.scintillemontesanto.com/lacittadelcuore

Si tratta di un pezzo unico in oro e argento, arricchito da perle, zaffiri blu e jannacche, ispirato alla tradizione arbëreshë con richiami alla cultura magno-greca. Il Maestro Sacco ha profuso in questo oggetto tutta la sua maestria e creatività al fine di rendere omaggio ad una città, quella di Cosenza, che da sempre rappresenta per lui fonte di ispirazione.

“Questo progetto rappresenta il coronamento di una politica a sostegno del territorio che da sempre portiamo avanti con la convinzione che il privato debba e possa contribuire, a braccetto con le istituzioni, a rendere migliore i luoghi in cui viviamo – dichiara Sergio Mazzuca, titolare di Scintille Montesanto. La manutenzione del MAB di qualche anno fa ha rappresentato un primo importante passo in questa direzione.”

“Il patrocinio del comune di Cosenza a questo progetto – commenta Rosaria Succurro, assessore al marketing territoriale – rappresenta il segno tangibile di una collaborazione tra pubblico e privato. Soprattutto serve a sensibilizzare e rendere protagonista tutta la cittadinanza, sempre più attiva nelle azioni social”.

“Oggi più che mai per essere competitivi, è necessario valorizzare l’offerta turistica di un territorio in un sistema integrato fatto di tradizioni, storia, cultura, architettura ed archeologia; quando l’amico Sergio Mazzuca mi ha parlato del progetto «La città del cuore» – dichiara Gerardo Sacco – sono stato contentissimo di accettare tutta l’operazione poiché, nel mio lavoro, ho sempre promosso il merito della cultura, come valore aggiunto che trascende la bellezza.”

I gioielli che sfileranno nel corso dell’evento, resteranno esposti nelle sale del Castello fino al 20 settembre.

Commenta