Tagli pesantissimi alle Province: pericolo dissesto per Cosenza con oltre 26 milioni in meno · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Tagli pesantissimi alle Province: pericolo dissesto per Cosenza con oltre 26 milioni in meno

Print Friendly, PDF & Email

presidente_provincia_cosenza_occhiutoCOSENZA – Un altro taglio di circa 26.400.000 euro, da parte del Governo per la Provincia di Cosenza, andrà ad aggiungersi ai circa 80 milioni degli anni precedenti.

“Una decisione – afferma il presidente della Provincia Mario Occhiuto – che, se dovesse essere approvata nel Decreto Enti Locali da parte del Governo nazionale, rappresenterebbe una scure che si abbatterà su un ente locale, che continua a gestire settori importanti della vita amministrativa provinciale, come quello cruciale della viabilità, delle scuole superiori, dell’ambiente e dei trasporti.

Ad oggi, le entrate strutturali dell’ente, come certificato dal Ministero dell’economia e delle finanze, ammontano a circa 74 milioni di euro, contro una spesa inderogabile e difficilmente comprimibile di circa 92 milioni di euro, con un impatto in negativo, sul bilancio della Provincia, di circa 18 milioni di euro. Senza contare gli altri 15 milioni di euro, che occorrono per l’esercizio delle funzioni fondamentali nei settori dell’edilizia scolastica, delle strade e dell’ambiente”.

La Provincia di Cosenza gestisce, infatti, una rete viaria di circa 3000 chilometri sui quali non potrà garantire nemmeno l’ordinaria manutenzione del manto stradale, il taglio d’erba e l’apposizione della segnaletica, oltre a non poter intervenire neanche sulla manutenzione straordinaria, causata da smottamenti e frane, molto frequenti specie nel periodo invernale, sia nelle zone interne che sulle coste.

Uno scenario di simili disservizi potrebbe configurarsi anche per i 130 edifici scolastici di competenza provinciale, per i quali, all’apertura del nuovo anno scolastico, non potranno essere garantiti il riscaldamento, l’energia elettrica e l’erogazione dei fondi per il loro funzionamento.

“Una situazione economico -finanziaria molto difficile, per non dire drammatica – sottolinea il presidente Occhiuto – che non potrà che avere serie ripercussioni sulla comunità provinciale. Il Bilancio per l’esercizio finanziario 2016, infatti, non presenta adeguati fondi per essere approvato, a meno che il Governo non intervenga tempestivamente, rivedendo la situazione economico finanziaria delle Province, e in particolare quella di Cosenza, che per vastità di territorio è tra le prime tre in Italia. Se la situazione rimanesse immutata, lo scenario che si profila è di completa chiusura per l’ente”.

pubblicità

loading...