La Foce del Crati e i suoi ‘abitanti’. Inaugurato nella villa vecchia il Diorama · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

La Foce del Crati e i suoi ‘abitanti’. Inaugurato nella villa vecchia il Diorama

cosenza_inaugurazione_diorama_nella_villa_vecchiaCOSENZA – Un bel viaggio quello che alcune scolaresche cosentine hanno fatto questa mattina percorrendo un ambiente familiare, la vecchia villa comunale, luogo di gioco ma oggi anche di osservazione e di ascolto.

Il ‘cicerone’ William Gatto, stavolta accompagnato da una bella Musa, con i suo teatrali racconti della storia di Cosenza, ed in questa particolare occasione attraverso l’esplorazione di un giardino botanico, ha introdotto i bambini alla visita del Diorama “Foce del Crati”, realizzato in collaborazione con il Centro Studi del Pollino “Il Nibbio” di Morano Calabro di cui è presidente l’ingegnere Nicola Bloise, nella struttura che affaccia sull’anfiteatro.

Entrare nel Diorama significa trovarsi nella ricostruzione dell’habitat della foce del Crati, che presenta elementi appartenenti al regno vegetale e animale, questi ultimi provenienti da recuperi di animali trovati privi di vita, che a mezzo dell’arte della tassidermia ‘rinascono’ a scopo didattico. Tutto è reso ancora più reale dall’impianto sonoro che riproduce i versi degli animali presenti.

“Arricchiremo ulteriormente questo percorso naturalistico – ha detto intervenendo all’inaugurazione il Sindaco Mario Occhiuto, accompagnato dagli assessori Pastore, Spadafora, Succurro e Vizza – con laboratori finalizzati a conoscere il sistema ambientale di Cosenza e della sua provincia. Un modo per studiare giocando e, poi, confrontarsi in altre strutture da realizzare intorno, sulle nuove conoscenze acquisite insieme agli animatori”.

Il Diorama si inquadra in un progetto complessivo di rivitalizzazione della villa vecchia, “luogo bellissimo – ha detto ancora Mario Occhiuto – ma per anni abbandonato. Adesso – ha aggiunto rivolgendosi ai bambini – lo stiamo riprendendo per voi ed interverremo anche su questo bell’anfiteatro che ha bisogno di un nuovo look”.

Nei prossimi giorni si riferirà delle modalità di gestione del Diorama, orari di apertura, possibilità di prenotazione di visite guidate, e ogni altra informazione utile a cittadini, scuole e turisti.

Commenta