Conciliare i tempi del lavoro con le esigenze familiari, il Comune di Cosenza pubblica due avvisi, voucher per le donne e formazione di un elenco di fornitori qualificati · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Conciliare i tempi del lavoro con le esigenze familiari, il Comune di Cosenza pubblica due avvisi, voucher per le donne e formazione di un elenco di fornitori qualificati

Palazzo dei Bruzi - Comune CosenzaCOSENZA – Parlare di conciliazione dei tempi di lavoro con le esigenze familiari significa parlare di donne, spesso costrette a fuoriuscire dal mercato del lavoro con la nascita dei figli. Ne è ben consapevole l’Assessore alle Pari Opportunità Matilde Lanzino, la quale così commenta i due provvedimenti appena varati dall’Amministrazione comunale in materia: “Avere posto l’attenzione, sia pure con risorse limitate rispetto alla vastità del bisogno, sul tema della conciliazione di due importanti componenti della vita della donna, quali sono la cura e il lavoro, è certamente segnale positivo di una politica che desidera muoversi sul terreno di una parità non più soltanto proclamata.”

E veniamo agli avvisi appena pubblicati.

Tra gli strumenti a tutela del diritto al lavoro delle donne-mamme c’è il voucher, erogato dalla Regione ai Comuni, a seguito dell’intesa con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le Pari Opportunità.

Il primo avviso pubblico è dunque indirizzato alle donne interessate all’ottenimento del voucher, cioè buoni servizio da utilizzare per conciliare gli impegni lavorativi con quelli di vita familiare. L’Avviso che parte da Palazzo dei Bruzi interessa le donne residenti in uno dei Comuni che ricadono nel Distretto socio assistenziale n. 1 del quale Cosenza è comune capofila. Altri requisiti: un reddito ISEE non superiore a € 10.000, età dei figli non superiore ai 10 anni (o 18 anni in caso di invalidità accertata di almeno il 74%). Il termine ultimo per la presentazione della domanda – che insieme all’Avviso si può scaricare dalla home page del sito istituzionale (www.comune.cosenza.it) nella sezione ‘Bandi di gara in scadenza e Avvisi – è fissata alle ore 18 del 31 ottobre 2016.

Qualche esempio dei servizi ai quali si può accedere con il voucher: servizi educativi integrativi, baby sitting, ludoteca, centri per la famiglia; servizi socio educativi assistenziali ai minori fino a 10 anni, come l’accompagnamento a scuola, a visite mediche, ad attività sportive, ecc..

Contestualmente l’Amministrazione comunale pubblica l’Avviso finalizzato alla formazione di un elenco di operatori al quale, i beneficiari dei voucher, potranno accedere in base alle specifiche esigenze. In questo caso, i requisiti si individuano nell’esperienza almeno triennale, nell’autorizzazione al funzionamento e/o all’accreditamento per lo specifico servizio che si intende offrire, la presenza di personale qualificato ed il possesso di spazi e attrezzature adeguate. Anche in questo caso la scadenza è fissata alle ore 18 del 31 ottobre 2016, così come avviso e relativa domanda sono scaricabili dalla home page del portale istituzionale.

 

Commenta

loading...