Il Museo dei Brettii e degli Enotri presenta il suo catalogo alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Il Museo dei Brettii e degli Enotri presenta il suo catalogo alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum

imageDa Cosenza a Paestum. Il 1° Forum sul Turismo si è appena concluso e l’Amministrazione comunale, con l’assessore al turismo Rosaria Succurro ed il Direttore del Museo dei Brettii e degli Enotri Marilena Cerzoso, si trasferisce nella città antica di Paestum per partecipare alla XIX Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, inaugurata il 27 ottobre e aperta fino a domenica 30.

L’occasione – su invito della Regione Calabria, titolare di uno stand all’interno dell’unico salone espositivo al mondo del patrimonio archeologico e di ArcheoVirtual – è la presentazione del catalogo del Museo dei Brettii e degli Enotri, nell’ambito degli eventi che la stessa Regione ha organizzato, in collaborazione con MiBACT e Università della Calabria.

“Ringrazio la Regione Calabria per l’ospitalità – dichiara l’assessore Succurro – all’interno di una vetrina prestigiosa dove, reduci dal successo del forum sul turismo, abbiamo continuato a confrontarci con una platea differente su uno dei settori del turismo che è la nostra punta di diamante. Un’opportunità anche per evidenziare, nei fatti, come la rete, tra istituzioni e tra queste ultime e i privati, sia imprescindibile alla gestione e promozione di una valida offerta turistica”.

Alla presentazione hanno preso parte il dirigente regionale Pasquale Anastasi; il funzionario della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Reggio Calabria e la provincia di Vibo Valentia, Fabrizio Sudano; i professori Stefania Mancuso e Maurizio Paoletti del Dipartimento di studi umanistici dell’UniCal.

Gli addetti ai lavori hanno sottolineato come il Museo dei Brettii e degli Enotri sia tra i pochissimi ad aver scelto di realizzare un catalogo scientifico, facendone di fatto uno strumento di riferimento importante per la comunità scientifica. Ci si è altresì soffermati sulla comunicazione e sui servizi del Museo che ne valorizzano l’apertura al territorio.

Ricordiamo in questo contesto che il Museo dei Brettii e degli Enotri resterà aperto nella giornata festiva del 1° novembre (dalle 10 alle 13 e dalle 15,30 alle 18,30) così come saranno aperti i punti informativi turistici della città ed il Castello normanno svevo.

Commenta

loading...