Giornata dell’Europa, il 9 maggio la Provincia s’illumina d’Erasmus · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Giornata dell’Europa, il 9 maggio la Provincia s’illumina d’Erasmus

COSENZA – Nel giorno della Festa dell’Europa ed anniversario della dichiarazione Schuman, atto di nascita dell’Unione Europea, il 9 maggio 2017 Erasmus spegnerà trenta candeline. Ricorrenza nella ricorrenza, il trentennale del progetto – che dal 2014 è diventato Erasmus plus e che ha dato la possibilità a milioni di giovani di usufruire delle opportunità offerte dall’Unione Europea, attraverso il programma per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport – rappresenta l’occasione per rafforzare il consenso sull’Unione, soprattutto fra i giovani, riflettendo sul futuro della stessa unificazione europea e sulla sua importanza per assicurare la pace, la cooperazione e la solidarietà fra gli Stati membri.

L’impegno della Provincia di Cosenza in tema di lavoro, formazione e mobilità dei giovani viene da lontano ed ha sempre avuto come punto di riferimento l’Europa e i suoi progetti: si tratta, per fare qualche esempio, dei Programmi Europei Marco Polo, Leonardo Da Vinci, Gioventù e Socrates e, naturalmente, Erasmus ed Erasmus plus. Il progetto Marco Polo è da più di un decennio uno degli strumenti di formazione più validi a livello provinciale, grazie all’azione dello SMI (Sportello Mobilità Internazionale), istituito dalla Provincia di Cosenza e da Euroform; pertanto, l’Ente intende proseguire una strategia di internazionalizzazione con l’ambizione – in linea con la strategia Europa 2020 – di creare un momento di riflessione sulle prospettive professionali dei giovani studenti VET e dei NEET.

È con questo spirito partecipativo che il Presidente della Provincia, Franco Iacucci, ha accolto per conto dell’Ente l’invito lanciato dalla Commissione europea alle Amministrazioni locali, attraverso la campagna “M’illumino d’Erasmus”, di illuminare di blu con il logo dell’evento un edificio o un monumento in occasione della Giornata dell’Europa, il 9 maggio appunto.

Il Palazzo del Governo, sede e simbolo dell’Amministrazione Provinciale, alle ore 20:00 di martedì s’illuminerà di luce blu per festeggiare i 30 anni del programma. Nello stesso giorno si svolgeranno diverse iniziative pubbliche, a partire dalle ore 17:30.

Un pomeriggio denso di appuntamenti: in apertura, dalle 17:30 alle 18:00, l’introduzione e la presentazione dei risultati del progetto “Marco Polo Clear”- Erasmus+ Ka 1 – Giampiero Costantini, Direttore Euroform RFS; h. 18:00, “Marco Polo Clear”: percorso sperimentale di Alternanza Scuola-Lavoro, Giancarlo Florio – Dirigente Scolastico ITI A. Monaco di Cosenza; h. 18:15, presentazione video in “Viaggio con Marco Polo” – Testimonianze dei protagonisti partecipanti al progetto; h. 18:30, Progetto “Informed and safe use social media skills to adults” (competenze degli adulti per sicuro e informato utilizzo dei social network) – Erasmus+ Strategic Partnershps Ayten Anik, Ankara Golbasi Adult Education Center; h. 19:00 Strategia Europa 2020 e le politiche Comunitarie in Calabria – Paolo Praticò, Autorità di Gestione Regione Calabria; h. 19:30, Conclusioni e consegna attestati ai partecipanti del progetto “Marco Polo Clear” – Francesco Iacucci, Presidente Provincia di Cosenza.

Infine, sempre in occasione dell’evento “M’illumino d’Erasmus”, nei giorni 9, 10 e 11 maggio, la Provincia di Cosenza in partenariato con Euroform RFS ospiterà un Meeting transnazionale nell’ambito del Programma Erasmus+, azione chiave 2. Il meeting riguarderà il progetto “Informed and Safe use Social Media Skills Adults” (2016-1-TR01-K204-035203) e vedrà coinvolti circa 20 professionisti della formazione provenienti da Turchia, Portogallo, Spagna, Polonia e Grecia.

Obiettivo del gruppo italiano sarà quello di individuare metodologie per formare gli adulti all’utilizzo dei social media, con particolare riferimento ai rischi connessi alla comunicazione online (cyber attack, abusi sessuali, violazioni di privacy, etc.).

Commenta

loading...