Educazione ambientale, Rizzo: “Cominciamo a raccogliere i frutti” · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Educazione ambientale, Rizzo: “Cominciamo a raccogliere i frutti”

bdr

Biodiversità e paesaggio, sono questi i principi guida con i quali la Regione Calabria intende avviare le iniziative previste dall’Avviso pubblico Educazione Ambientale, a valere su risorse POR CALABRIA FESR-FSE 2014-2020, Piano di Azione 6 – SUB-Azione 4. Con questa premessa, l’Assessore regionale alla tutela dell’ambiente, Antonella Rizzo, e l’assessore all’istruzione e alle attività culturali, Maria Francesca Corigliano, hanno introdotto i lavori del primo incontro con i beneficiari dell’avviso che ha visto la pubblicazione dei risultati della graduatoria provvisoria. Si tratta di progetti di alto valore educativo che coinvolgeranno gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado di tutto il territorio calabrese.

«La vostra presenza qui ci dà grande soddisfazione e stimolo – ha commentato l’assessore Rizzo – Con il presidente Oliverio e con tutta la Giunta regionale abbiamo infatti deciso di scommettere sulla sensibilizzazione e sull’educazione ambientale e stiamo anche portando avanti importanti investimenti nelle aree protette. In particolare, insieme all’assessore Corigliano, stiamo facendo un lavoro congiunto nelle scuole, perché a partire da queste e lavorando in stretta sinergia, si possano raggiungere risultati ancora più importanti. La nostra partecipazione a Cagliari alla conferenza nazionale per il rilancio del sistema IN.F.E.A.S. è stato il primo passo verso la rivitalizzazione e ricostituzione della rete di educazione ambientale regionale e miglioramento della strategia di sviluppo sostenibile.

Il Presidente Oliverio, ha aggiunto l’assessore Rizzo, ha sempre spinto affinchè i vincitori del bando, siano insieme alla Regione Calabria, protagonisti nella costruzione di un percorso di condivisione e scambio di buone prassi per la realizzazione di un reale sviluppo sostenibile.”

Sulla stessa linea l’Assessore Corigliano, che ha continuato: «Non comparti separati che lavorano senza comunicare, ma una visione unica della Regione, quella che il Presidente Oliverio sta portando avanti e che confluirà nella nuova programmazione che presto presenteremo. Il lavoro che voi operatori dell’educazione ambientale svolgete nelle scuole è di importanza strategica, perché permette di raggiungere i cittadini più giovani nel momento in cui sono ancora molto ricettivi: è qui che si possono formare le coscienze. E poi, attraverso i ragazzi, si raggiungono anche le famiglie e quindi gli adulti».

Il Dirigente del Settore che si occupa di educazione ambientale e sviluppo sostenibile, Gabriele Alitto, ha poi presentato il quadro in cui si colloca questo progetto: non è solo un bando per finanziare progetti ma un sistema di accompagnamento alle iniziative e ai soggetti di educazione ambientale, per l’animazione, la messa a sistema delle esperienze e la promozione e valorizzazione dei progetti, finalizzate alla loro replicabilità.

Durante l’incontro, tutti i soggetti beneficiari dell’avviso, di cui fanno parte Enti Parco, Enti Gestori Aree Protette, Soggetti INFEA, Reparto Carabinieri della Biodiversità, Associazioni Ambientaliste, Fondazioni e altri Soggetti con competenze nel settore, hanno presentato le iniziative previste con l’obiettivo di condividere le esperienze e così iniziare a mettere le basi per la costituzione della Rete di Educazione Ambientale per La Sostenibilità (REALS). Tali esperienze, saranno oggetto di un evento lancio sull’educazione ambientale in Calabria in programma per la metà di aprile.

«Questa giornata dimostra che i semi che abbiamo gettato qualche anno fa, cominciano a dare i loro frutti. – ha concluso l’assessore Rizzo – Faremo di tutto per diffondere le buone pratiche già esistenti in regione ma anche per promuovere le nuove iniziative di valore. Oggi possiamo dire che un obiettivo l’abbiamo già raggiunto: quello di stare assieme e di collaborare per contribuire al miglioramento della nostra terra».

Commenta