Turismo: si intensificano le relazioni istituzionali tra Cosenza e Salonicco. Firmato in Grecia un patto di amicizia · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Turismo: si intensificano le relazioni istituzionali tra Cosenza e Salonicco. Firmato in Grecia un patto di amicizia

COSENZA – Si intensificano le relazioni istituzionali tra le città di Cosenza e Salonicco. Va proprio in questa direzione il patto di amicizia e di collaborazione italo-ellenico finalizzato a stringere proficue relazioni internazionali e a realizzare progetti comuni nei settori più disparati, a partire dal turismo e dall’enogastronomia, siglato nei giorni scorsi a Salonicco tra il Sindaco della città greca Yiannis Boutaris e, in rappresentanza del Sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, dall’Assessore al turismo e marketing territoriale Rosaria Succurro. Hanno apposto la loro firma all’accordo di cooperazione anche il console onorario d’Italia a Salonicco e Presidente della Camera di commercio italo-ellenica, Christos Sarantopoulos e il Presidente nazionale di Assocultura e rappresentante, al posto del Presidente Klaus Algieri, della Confcommercio provinciale e regionale, avv.Mariano Marchese.
Tra gli obiettivi del patto di amicizia, il rafforzamento della cooperazione turistica, culturale, sociale ed economica tra le due comunità. In particolare, l’accordo sottoscritto in Grecia, in occasione del Forum economico “Money Show” di Salonicco, si propone, inoltre, di avviare relazioni sempre più strette tra le città di Cosenza e Salonicco e sviluppare concretamente iniziative di collaborazione che favoriscano l’integrazione delle due culture, da attuare mediante un programma di lavoro che sarà concordato, e finalizzate alla diffusione e alla conoscenza delle reciproche tradizioni.
Il patto di amicizia sarà ratificato in occasione della visita che il Sindaco di Salonicco Yiannis Boutaris ha programmato, insieme ad una delegazione del Comune greco e della Camera di Commercio italo-ellenica, a Cosenza, dal 5 al 9 luglio prossimi. In quella circostanza Cosenza ospiterà una serie di iniziative finalizzate a rafforzare la collaborazione tra le due città.
A Salonicco nei giorni scorsi l’Assessore al turismo di Palazzo dei Bruzi ha dato vita a tutta una serie di incontri propedeutici all’evento del luglio prossimo a Cosenza, scambiando idee ed impressioni con il Presidente regionale della Macedonia centrale, Apostolos Tzitzikostas, l’Assessore al turismo del Comune di Salonicco, Spiros Pengas e quello alla cultura Elly Chrisidou e Marco Della Puppa, segretario generale della Camera di Commercio italo-ellenica, vero e proprio trait d’union delle relazioni internazionali tra le città di Cosenza e Salonicco.
“La firma di questo patto di amicizia – ha detto l’Assessore Succurro – oltre ad inorgoglirci, rafforza ulteriormente il legame, già sperimentato nel novembre dello scorso anno, di fratellanza tra il popolo italiano e quello greco e tra i Comuni di Cosenza e Salonicco, nella consapevolezza che le radici di questa unione sono antiche, grazie alla Magna Grecia della cui cultura Cosenza e la Calabria sono profondamente impregnate e grazie alle notevoli tracce della cultura bizantina presenti nei nostri territori. Non è stato un caso che durante la nostra permanenza abbiamo consegnato alle autorità elleniche dei percorsi, veri e propri appunti di viaggio, sulla Calabria bizantina. Questo vincolo viene ora rinsaldato e, sin dal prossimo appuntamento di luglio a Cosenza, il cammino condiviso potrà seguitare a produrre importanti risultati”.
Subito dopo la firma dell’accordo è intervenuto anche l’Avv.Mariano Marchese, Presidente di Assocultura e rappresentante della Confcommercio provinciale e regionale.
“Il patto di amicizia tra i Comuni di Cosenza e Salonicco e tra Assocultura e Camera di Commercio italo-ellenica – ha sottolineato l’avv.Mariano Marchese – si inquadra nel novero di alcuni principi essenziali quali la libertà, l’universalità e la tolleranza, attraverso i quali diviene possibile cristallizzare il concetto secondo il quale la cultura deve essere scevra da condizionamenti, nutrendosi piuttosto di essenza ultranazionale, in un contesto che profuma di accettazione e di accoglienza. Il patto siglato in Grecia – ha detto ancora Marchese – getta le basi per promuovere progetti di solidarietà sociale, convegni dedicati, spettacoli pubblici e iniziative editoriali che serviranno ad accrescere la fruibilità della conoscenza nelle sue molteplici declinazioni, passando anche attraverso la tutela incondizionata del patrimonio ambientale, storico, culturale e architettonico dei territori di appartenenza”.

Commenta