Diocesi di Oppido Mamertina – Palmi, 2° Congresso Eucaristico Diocesano dal 14 al 19 giugno · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Diocesi di Oppido Mamertina – Palmi, 2° Congresso Eucaristico Diocesano dal 14 al 19 giugno

Si aprirà venerdì 14 giugno il secondo Congresso Eucaristico della Chiesa Diocesana di Oppido Mamertina – Palmi, dal tema: “Fratello, per celebrare degnamente i santi misteri… va’ prima a riconciliarti, poi torna”.  Giorni di grazia dunque per la diocesi calabrese guidata dal Vescovo Francesco Milito che fino a mercoledì 19 giugno si confronterà con numerose iniziative di  riflessione e preghiera comunitaria attorno all’Eucaristia  «fonte e culmine» della vita cristiana.
«A cinque anni dal riuscitissimo I Congresso Eucaristico – scrive Mons. Francesco Milito – dal titolo «“Signore, tu lavi i piedi a me?” (Gv 13,6) “Va’ e anche tu fa’ così” (Lc 10,37)» (12-19 giugno 2014), al quale è come se ci fossimo preparati nei tre anni precedenti mettendo al centro proprio le opere di misericordia spirituali e corporali, abbiamo voluto accogliere l’invito di Papa Francesco, lanciato nella Lettera Apostolica Misericordia et Misera indirizzata alla Chiesa proprio a conclusione del Giubileo Straordinario della Misericordia: “Adesso, concluso questo Giubileo, è tempo di guardare avanti e di comprendere come continuare con fedeltà, gioia ed entusiasmo a sperimentare la ricchezza della misericordia divina. Le nostre comunità potranno rimanere vive e dinamiche nell’opera di nuova evangelizzazione nella misura in cui la ‘conversione pastorale’ che siamo chiamati a vivere sarà plasmata quotidianamente dalla forza rinnovatrice della misericordia”».

Dopo l’apertura con la solenne concelebrazione eucaristica nella cattedrale di Oppido Mamertina, presieduta dal vescovo diocesano mons. Francesco Milito, tanti sono gli appuntamenti a partire dal giorno successivo, sabato 15 giugno. Nell’auditorium Diocesano “Famiglia di Nazaret” di Rizziconi, padre Ildebrando Scicolone, docente emerito di liturgia al Pontificio Ateneo Sant’Anselmo affronterà il tema “L’eucologia eucaristica: richiamo al grande dono della misericordia e del perdono”, mentre in serata una piazza centrale di Taurianova ospiterà l’Adorazione Eucaristica Comunitaria per poi proseguire nella Chiesa Parrocchiale “Maria SS. Delle Grazie” con l’Adorazione eucaristica notturna che si concluderà domenica mattina.

Nei giorni successivi fra i temi trattati: “Il pane del perdono: nell’Eucaristia il carattere performativo della misericordia”, affrontato da Goffredo Boselli, monaco di Bose. Su “L’importanza e il ruolo dei Congressi Eucaristici nelle Diocesi”, si soffermerà Mons. Giuseppe Caiazzo,  Arcivescovo di Matera-Irsina e Presidente dei Congressi Eucaristici Nazionali che lunedì mattina guiderà anche la meditazione del ritiro unitario del clero diocesano; “Questo è il tempo della misericordia”, riflessione affidata a padre Raniero Cantalamessa, predicatore della Casa pontificia; atteso inoltre dai tanti gruppi parrocchiali del Rinnovamento nello Spirito presenti in diocesi il Presidente Nazionale del movimento Salvatore Martinez, che animerà la preghiera risonanza eco della riflessione di padre Raniero.

La conclusione del Congresso Eucaristico Diocesano sarà nella Chiesa Parrocchiale “San Gaetano Catanoso” di Gioia Tauro, costruita su un territorio confiscato, con la solenne Concelebrazione Eucaristica di tutto il presbiterio diocesano presieduta dal Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato Vaticano, a cui seguirà la Processione Eucaristica per le vie della città fino al Duomo “Sant’Ippolito Martire”.

«Siamo grati al Card. Parolin  – afferma il Vescovo Mons. Francesco Milito – che ha accolto subito, già negli ultimi mesi dello scorso anno, l’invito a partecipare al nostro Congresso. Il motivo che ci ha spinto è unico: accanto al Segretario di Stato, la persona più vicina a Papa Francesco, ci sentiamo più vicini a celebrare il Sacramento dell’amore con il Santo Padre».

Commenta