Cosenza, aperta la Porta Santa della Cattedrale · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Cosenza, aperta la Porta Santa della Cattedrale

Print Friendly, PDF & Email

portasanta_cosenzaCOSENZA – Ieri alle 17,30 Monsignor Francesco Nolè ha spalancato la porta della Misericordia della Cattedrale di Cosenza-Bisignano. Ad aspettarlo e accoglierlo un’enorme folla di fedeli che, dopo il ritrovo in episcopio per l’inizio del rito, ha accompagnato il vescovo fino alla Cattedrale per varcare la soglia della Porta Santa e dare ufficialmente inizio all’anno Santo nella nostra diocesi.
“Anno Santo – ha sottolineato il vescovo nell’omelia – durante il quale abbiamo bisogno di essere perdonati, ma durante il quale dobbiamo perdonare”. “Dio – ha continuato monsignor Nolè – è contento di perdonare, fa festa quando torna il figlio, uccide il vitello grasso. Ma fa qualcosa in più, corre incontro al figlio prima che chieda perdono, lo abbraccia, lo bacia. Poi gli cambia il vestito, gli mette quello più bello”. È questa la veste nuova della Misericordia che il padre offre a ciascuno quando varca la Porta Santa. “Varcare la Porta Santa vuol dire andare incontro al Padre che ci aspetta. Dio si commuove difronte ad un peccatore pentito, è qualcosa di straordinario” ha proseguito il vescovo durante l’omelia. Questo lo spirito che deve accompagnare il passaggio della Porta Santa, un’esperienza di Misericordia che deve far cambiare l’animo e far ritornare dai fratelli, pronti ad essere misericordiosi e pronti al perdono. “Ma come accorgersi se siamo sulla via giusta? -ha sottolineato monsignor Nolè – Quando non avvertirò amarezza e gelosia difronte alla gioia altrui vorrà dire di aver incontrato il Signore. Vorrà dire che quello è il Natale. Allora varcare quella porta e ricevere l’abito nuovo vuol dir acquisisce lo stile di Dio nell’incontro con i fratelli”.
Fratelli da accogliere e raggiungere nella Misericordia di Dio, “accompagnati e sostenuti da Maria Madre della Misericordia e della dolcezza”.
Alla fine della celebrazione la lettura del decreto arcivescovile che ricorda come oggi alle ore 17, simultaneamente, ci sarà l’apertura delle Porte Sante negli altri 11 siti giubilari.

(da Parola di Vita)

pubblicità

loading...