Vigna replica a Guccione: “Gli unici debiti che continuiamo a pagare sono quelli ereditati dall’Amministrazione di Centrosinistra” · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Vigna replica a Guccione: “Gli unici debiti che continuiamo a pagare sono quelli ereditati dall’Amministrazione di Centrosinistra”

Cosenza Assessore Luciano VignaCOSENZA – “Nessuna finanza creativa. Gli unici debiti che i cosentini stanno pagando e che continueranno a pagare per i prossimi anni sono i 170 milioni di euro che il centrosinistra ha lasciato in eredità alla nostra città”. Lo afferma l’assessore al Bilancio, Luciano Vigna, in risposta alle dichiarazioni del consigliere comunale Carlo Guccione. “Mi sento di tranquillizzare il consigliere Guccione – aggiunge Vigna – rispetto ad alcune questioni sollevate in Consiglio comunale e rilanciate attraverso gli organi di stampa. Rispetto ai 90 milioni di crediti iscritti a bilancio, l’appostazione di un fondo a garanzia pari a 40 milioni di euro non evidenzia alcun problema rispetto all’esigibilità dei crediti stessi.

Ogni Ente è oggi obbligato a accantonare rilevanti somme al fine di garantire gli equilibri di bilancio. Ricordo – prosegue – che negli ultimi 5 anni il Comune di Cosenza ha stralciato circa 150 milioni di euro di crediti inscritti in bilancio negli anni passati ma privi dei requisiti di esigibilità.

È importante sottolineare  come i dati sulla riscossione sui residui siano confortanti in quanto si è passati da uno scarso 5% del 2010 ad una previsione attendibile del 20% al 31 dicembre 2016, considerando che al 30 giugno la percentuale di riscossione è pari al 14,5%. Per quanto riguarda poi le questioni relative all’alienazione di beni immobili, l’ente ha previsto coerentemente con il piano di dismissione di alienare beni per circa 4,8 milioni di euro.

Il dato negativo al 30 giugno è dovuto alla mancata pubblicazione degli avvisi pubblici per la vendita dei beni, non rientrando tale attività nei poteri di ordinaria amministrazione dei commissari prefettizi.

Infine – conclude l’assessore al Bilancio – in merito ai problemi di liquidità, mi preme precisare che stiamo facendo fronte a tutti i pagamenti attingendo ad anticipazioni di liquidità che non superano i 21 milioni di euro. Con l’emissione degli avvisi di pagamento dei tributi locali nel secondo semestre è previsto il totale azzeramento dell’anticipazione”.

Commenta

loading...