Sabato 8 aprile la città di Cosenza su Raiuno nel programma “Linea Verde” · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Sabato 8 aprile la città di Cosenza su Raiuno nel programma “Linea Verde”

COSENZA – Il programma di RAIUNO “Linea Verde”, che da più di 50 anni racconta l’agricoltura italiana e le sue eccellenze, ha portato le sue telecamere a Cosenza e sabato 8 aprile, alle ore 12,20, aprirà un’importante finestra sulla città dei Bruzi guidata dal Sindaco Mario Occhiuto.
Da quest’anno “Linea Verde” ha cambiato format, raddoppiando gli appuntamenti settimanali e andando in onda sia il sabato che la domenica.
La puntata che andrà in onda sabato 8 aprile, alle ore 12,20, è ambientata proprio a Cosenza.
Alcune delle riprese effettuate dalle telecamere di Rai Uno sono state girate all’interno del Castello Normanno Svevo. Marcello Masi che a “Linea Verde” si alterna alla conduzione con Chiara Giallonardo, proprio dal maniero federiciano racconterà la storia della poiana di Harris “Freccia”, di un gufo reale e di un barbagianni, uccelli addestrati dai falconieri ed utilizzati sia in agricoltura, a difesa della semina, che per garantire la sicurezza negli aeroporti, al fine di allontanare quegli uccelli che possono entrare nei reattori degli aerei.
Quello di sabato prossimo a Cosenza sarà per “Linea Verde” un viaggio originale attraverso la cultura dei cibi, delle tradizioni e dell’ambiente.
Chiara Giallonardo racconterà alcune delle tradizioni della nostra città, dalla tavola fino alle botteghe artigiane. L’altro volto della trasmissione, Federica De Denaro, con la sua rubrica, ci introdurrà nella nuova cucina urbana.
“Linea Verde” sconfinerà, inoltre, appena fuori Cosenza per riprendere cosa accade in un allevamento di pony, dove è stato allestito un campo di equitazione per giovanissimi.

“Linea Verde” si occuperà anche dell’Università della Calabria. Si tratta di un altro importante momento di visibilità per l’Ateneo di Arcavacata, grazie al quale sarà possibile presentare all’opinione pubblica nazionale le attività didattiche e scientifiche, l’organizzazione e i servizi del più grande Campus italiano.

Commenta