Da domani, allo stadio San Vito, inizio dei lavori d’allestimento di Notre Dame De Paris · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Da domani, allo stadio San Vito, inizio dei lavori d’allestimento di Notre Dame De Paris

COSENZA – Con il disco verde delle Commissioni di Vigilanza è iniziato il conto alla rovescia per l’arrivo a Cosenza di “Notre Dame de Paris”, l’ormai celeberrima Opera dei Record di Riccardo Cocciante, prodotta da Clemente e David Zard, per la prima e unica volta nel capoluogo silano, allo Stadio San Vito/Gigi Marulla, dal 23 al 25 giugno prossimi, con tre spettacoli serali che avranno inizio alle 21.30.

Seimila i biglietti già venduti anche fuori regione e tremila quelli ancora disponibili per assistere ad uno degli spettacoli di maggior successo internazionale di sempre di Musica Popolare Contemporanea, che chiuderà i battenti a settembre all’Arena di Verona dopo quindici anni di repliche.

L’ Opera sarà premiata a Cosenza con il “Riccio d’Argento” del celebre orafo crotonese Gerardo Sacco, premio ai Migliori Live d’Autore di “Fatti di Musica”, la trentunesima edizione del Festival- Rassegna del Miglior Live nazionale e internazionale diretta da Ruggero Pegna, come “Migliore Produzione Musicale di tutti i tempi”, per le emozioni e l’incredibile successo di 15 anni di repliche, con oltre quattro milioni di spettatori.

Già nel 2002, il produttore David Zard ricevette il premio di “Fatti di Musica” nella prima a Catanzaro per la “Migliore Produzione dell’anno”. “Un premio in questo caso profetico e davvero apotropaico, ispirato alla cultura della Magna Graecia”, come sottolinea lo stesso promoter calabrese.

Il “Riccio” di Fatti di Musica, come spiega l’orafo Gerardo Sacco, si ispira infatti alle ceramiche artistiche di Seminara, che assumono una funzione scaramantica e apotropaica quasi animistica e rappresentano il risultato di una miscela delle culture che hanno in passato interessato la Calabria, con particolare influenza di una profonda matrice nella cultura greca dove vi sono molteplici testimonianze di maschere e oggetti orribili impiegati a scopo catartico in teatro. Anche la funzione del “Riccio”, nella tradizione popolare calabrese, è quella di tenere lontani con le sue punte gli spiriti del male.

Da domani sera saranno circa duecento le persone a lavoro per scaricare e montare l’attrezzatura, gli impianti e le ormai celebri scenografie trasportate da ben dodici autoarticolati. Per l’allestimento sarà utilizzata perfino una gru, oltre a mezzi meccanici di ogni tipo e professionalità specializzate in allestimenti speciali, come i rigger, capaci di lavorare a venti metri di altezza. Alle spalle del palcoscenico saranno anche allestiti i camerini necessari durante i cambi di costume.

Il nutrito e prestigioso cast arriverà a Cosenza il giorno del debutto, preceduto da Giò Di Tonno (Quasimodo), che anticiperà l’arrivo per partecipare alla conferenza stampa finale di presentazione e ritirare per tutti il “Riccio d’Argento” di Gerardo Sacco per il “Successo Internazionale dell’Opera”, premio ai Migliori Live d’Autore. In tarda mattinata, poi, arriverà il resto dei protagonisti: Lola Ponce (Esmeralda), Vittorio Matteucci (Frollo), Leonardo Di Minno (Clopin), Matteo Setti (Gringoire), Graziano Galatone (Febo) e Tania Tuccinardi (Fiordaliso), assieme agli oltre 30 ballerini e acrobati.

I cancelli che saranno aperti al pubblico, ogni giorno a partire dalle ore 20.00, sono quelli del lato “Campo Scuola”, tra via degli Stadi e viale Magna Graecia, dove sarà attiva anche la biglietteria dello spettacolo ogni giorno dalle ore 17.30.

Notre Dame De Paris è tratta dall’omonimo romanzo di Victor Hugo e, oltre alle musiche di Riccardo Cocciante, ha le liriche firmate da Luc Plamondon, adattate in italiano da Pasquale Panella.

Questa tappa cosentina inclusa nel programma di “Fatti di Musica Radio Juke Box 2017” ha il Patrocinio dell’Assessorato comunale ai Grandi Eventi. “Ringrazio – ha detto Pegna – il sindaco Occhiuto e l’assessore ai Grandi Eventi Rosaria Succurro per il Patrocinio e la preziosa collaborazione.”

Commenta

loading...