15 ottobre, Giornata della consapevolezza sulla Morte Infantile e sulla Perdita in Gravidanza, è “la conoscenza che protegge” · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

15 ottobre, Giornata della consapevolezza sulla Morte Infantile e sulla Perdita in Gravidanza, è “la conoscenza che protegge”

Print Friendly, PDF & Email

COSENZA – Morte intrauterina, aborto, morte neonatale e morte improvvisa del lattante. Eventi che sconvolgono la vita della donna, che condizionano fortemente l’equilibrio della famiglia. Eventi che spesso vengono ricondotti esclusivamente alla sfera individuale, ignorandone la portata sociale. Ed il disagio, profondo, che ne deriva resta silente. È imprescindibile l’informazione perché solo “la conoscenza protegge”.

E’ forte il messaggio che diventa il titolo di un progetto di due associazioni fortemente impegnate su questi temi, Mammachemamme, che nasce proprio dalle personali esperienze ed esigenze di madri, e CiaoLapo Onlus, l’unica in Italia scientifico assistenziale, per la tutela della gravidanza a rischio e della salute perinatale, centro di riferimento per le famiglie che hanno subito un lutto perinatale. Insieme, da circa quattro anni, le due associazioni hanno avviato un Gruppo Gratuito di AutoMutuoAiuto, “Parole in ConTatto”, attivo e presente sul territorio cosentino, che si occupa di sostegno e condivisione esperienziale, per le famiglie che hanno subito un lutto perinatale.
Nel mese della consapevolezza sulla morte infantile e sulla perdita in gravidanza vengono organizzate tante occasioni di incontro e confronto, ma c’è una giornata in particolare, quella del 15 ottobre, istituita dieci anni fa, che nel tempo è cresciuta e ha messo in rete tante città italiane tra le quali Cosenza. In questa giornata si vuole attivare l’attenzione pubblica – genitori e famiglie che hanno subito un lutto perinatale, giornalisti, autorità, esperti ed interessati al tema, tutti coloro che vogliano semplicemente informarsi – su un tema, ancora considerato tabù. A Cosenza – con il patrocinio dell’Amministrazione comunale attraverso la Commissione Cultura alla quale è stato presentato il progetto, della Provincia di Cosenza, dell’Ordine Psicologi Calabria, dell’Ordine dei Medici della provincia di Cosenza, dell’Ordine Infermieri, dell’Unicef, di iGreco Ospedali Riuniti e dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza – la nostra ‘giornata della consapevolezza’ si terrà presso il Chiostro di San Domenico (cupola e Confluenza, nell’occasione, si tingeranno di rosa e di azzurro) a partire dalle ore 16.30. Il programma, dopo l’accoglienza del GAMA Parole in ConTatto, che nel corso del pomeriggio si presenterà insieme a CiaoLapo con il coordinamento del giornalista Antonio Sergi, prevede “Sulla scia di una stella cadente”, letture a cura di Serena Bucca su testo di Claudia Ravaldi; alle18.30, “Un progetto per promuovere consapevolezza: l’impegno delle Istituzioni” con Alessandra De Rosa, consigliera e presidente della Commissione Cultura del Comune di Cosenza; poi il flashmob “Un saluto verso il cielo” e l’installazione delle Candele del Ricordo. Durante l’evento sarà possibile visitare la Mostra Fotografica “Piccoli Principi” e la Mostra “In un battito di ali” a cura dei piccoli artisti. Sarà allestito anch uno spazio bimbi con animazione e merenda.

Una bella opportunità per informare, insegnare, educare, sostenere la causa e dare una spinta nella direzione della ricerca e della prevenzione.
L’obiettivo per il futuro è rendere questa iniziativa sempre più diffusa sul territorio italiano, promuovendo il più possibile la consapevolezza ed ottenendone il riconoscimento con una legge dello stato.

pubblicità

loading...