Presentata la quarta edizione di “Senior & Junior Expo 2017”: da mercoledì 6 a venerdì 8 dicembre al Castello Svevo · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Presentata la quarta edizione di “Senior & Junior Expo 2017”: da mercoledì 6 a venerdì 8 dicembre al Castello Svevo

COSENZA – E’ la longevità il motivo conduttore della quarta edizione di “Senior e Junior Expo 2017”, la tre giorni dedicata alla terza età, all’invecchiamento attivo ed al dialogo intergenerazionale tra nonni e nipoti, in programma da mercoledì 6 a venerdì 8 dicembre al Castello Svevo di Cosenza e giunta quest’anno alla sua quarta edizione.
Il programma della manifestazione, promossa dall’Associazione “Volare a Santo Stefano”, in collaborazione con il Ministero della Salute, Senior Italia-Federanziani Calabria, la Regione Calabria, la Provincia di Cosenza, il Comune di Cosenza e quello di Rende e l’Associazione “Biologi senza frontiere”,è stato illustrato questa mattina nel corso di una conferenza stampa tenutasi nella sala capitolare del Chiostro di San Domenico. A rappresentare l’Amministrazione comunale, gli assessori Matilde Spadafora Lanzino e Michelangelo Spataro, rispettivamente titolari delle deleghe alla scuola e alle pari opportunità, e all’urbanistica e mobilità sostenibile. Al tavolo della conferenza stampa anche Maria Brunella Stancato, manager del terzo settore, ideatrice dell’evento e Presidente regionale di Federanziani Calabria e Giovanni Misasi, Presidente dell’Associazione “Biologi senza frontiere”.
Direttore artistico della manifestazione è Rosellina Arturi che ha avuto un ruolo importantissimo nella definizione del programma.
L’iniziativa di divulgazione medico-scientifica e di sensibilizzazione sociale sui temi della terza età, della famiglia e del rispetto per la vita e la salute, si propone anzitutto di aprire, attraverso una serie di convegni suddivisi per aree tematiche, un focus su questioni ritenute oggi centrali per la terza età: dall’alimentazione alla qualità della vita, al benessere psico-fisico, alla prevenzione, agli stili di vita. La longevità deve essere percepita come una vera e propria conquista, attesi il crescente miglioramento delle condizioni di vita ed anche i progressi della medicina, fattori che hanno contribuito ad innalzare le aspettative di vita, ma se non è accompagnata da una nuova capacità di programmazione di interventi a favore della terza età che siano in grado di favorire un invecchiamento il più possibile attivo degli anziani, il rischio concreto è che diventi una minaccia per gli anni a venire per chi, oggi, non è più giovane. “Senior & Junio Expo 2017” si propone di riflettere attentamente su queste importanti questioni, senza rinunciare, naturalmente, anche ai momenti di intrattenimento, ludico-culturali e ai laboratori del gusto e show cooking, garantiti questi ultimi dalla “Maccaroni Chef Academy” di Corrado Rossi, tra i partner dell’iniziativa.
“Mi piace molto – ha detto in conferenza stampa l’Assessore Matilde Lanzino Spadafora – l’idea di ricreare i legami tra generazioni, perché c’è stato un periodo in cui questi rapporti si erano sfilacciati. Eravamo abituati alla convivenza tra generazioni, c’era la famiglia patriarcale che oggi non c’è più. Ma non siamo qui per rimpiangere i vecchi tempi. Nel tema del dialogo intergenerazionale c’è tutto un mondo – ha detto ancora Matilde Lanzino Spadafora-. Parlare di anziani significa, infatti, parlare di qualità della vita e significa riappacificare queste due generazioni che spesso la televisione ci presenta in contrasto tra di loro. Dobbiamo riavvicinarle e ridare ai senior il valore del racconto, della tradizione, ed affidare loro il compito di passare il testimone alle nuove generazioni. E’ visibile a tutti la cura che l’Amministrazione destina alla città e alla sua bellezza, così come quella che riserva agli anziani. Il mio auspicio è quello di vedere, in futuro, tanti anziani andare in bicicletta, quando avremo la città ciclabile”.
Delle buone pratiche avviate dall’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Occhiuto, sia con riferimento alle trasformazioni urbanistiche che ai cambiamenti che stanno riguardando la mobilità in città ha poi parlato l’assessore Michelangelo Spataro. “Da qui a due anni – ha sottolineato Spataro – daremo risposte importanti a favore della terza età, consegnando alla città un luogo (il Parco del Benessere) dove si potrà socializzare, dove i nonni potranno incontrare i loro nipoti e condividere questi spazi comuni. Andiamo in una direzione che è perfettamente in tema con il Senior e Junior Expo, sforzandoci di assicurare la qualità dell’aria ed il benessere psico-fisico. Un altro tassello è quello della ciclopolitana che si va ad aggiungere ad un percorso di benessere che offriamo ai nostri cittadini e non solo a quelli anziani”. Spataro ha voluto ricordare anche il provvedimento di chiusura al traffico del tratto di via Roma davanti alle scuole. “Abbiamo adottato una politica che ci è stata sollecitata dal Ministero della Salute. C’era una precisa direttiva rivolta ai Sindaci delle città per chiudere la circolazione davanti alle scuole frequentate dai bambini. Oggi davanti alle scuole di via Roma non si transita più e così andremo avanti. Lo abbiamo fatto per via Negroni, creando uno spazio per i bambini, adesso studieremo altre soluzioni per altre scuole”. Nel dettaglio del programma di “Senior & Junior Expo 2017” è entrata Maria Brunella Stancato. “La nostra manifestazione è diventata – ha detto Stancato – un format che si appresta a valicare i confini regionali. Quest’anno abbiamo partecipato al bando regionale che promuove i siti culturali e lo abbiamo organizzato al Castello Svevo. La longevità, che è il leit-motiv dell’edizione 2017 – ha sottolineato l’ideatrice dell’Expo – non è solo genetica, ma si accompagna anche al benessere psico-fisico, al nutrimento, all’interlocuzione e all’interazione con gli altri. I centri di aggregazione per la terza età sono essenziali, perché rappresentano i luoghi dove le persone si incontrano, interagiscono, si confrontano”. Maria Brunella Stancato ha anche anticipato il progetto della realizzazione del Parco dei nonni, affinché venga armonizzato con le trasformazioni urbanistiche in atto in città.
“Un Parco per anziani (sull’esempio di quelli che negli Stati Uniti vengono chiamati Healing garden) che dovrà essere – nelle intenzioni della Stancato – uno spazio di verde pubblico attrezzato con giochi e strumenti destinati a chi ha una certa età e, oltre a socializzare, vuole mantenersi in forma praticando la ginnastica cosìddetta dolce. Nel parco giochi per anziani saranno presenti anche attrezzature utili per la fisioterapia e la riabilitazione. Il senso del parco è anche quello di creare una rete di sinergia tra i fruitori che non sono solo gli anziani, ma anche i bambini, i giovani, i disabili e tutti i cittadini”.
Ultimo intervento quello di Giovanni Misasi, presidente dell’Associazione Biologi senza frontiere, cui è toccato illustrare le iniziative di divulgazione medico-scinetifica all’interno dell’ampio cartellone della manifestazione. “Puntiamo molto su longevità, qualità della vita e benessere. Stiamo creando un modello esportabile – ha detto Misasi – e, all’interno dei nostri convegni, affidati a numerosi relatori provenienti dal mondo accademico e da quello della professione medica, abbiamo individuato quattro aree tematiche : il benessere sociale, quello alimentare, lo sport e l’ecosostenibilità”.

Commenta

loading...