Archiviata la denuncia per il pm Claudio Curreli da parte di Padre Fedele · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Archiviata la denuncia per il pm Claudio Curreli da parte di Padre Fedele

padre_fedeleCOSENZA – Il gib di Salerno, Vincenzo Di Florio, ha disposto l’archiviazione del procedimento penale a carico di Claudio Curreli, oggi sostituto procuratore a Pistoia ma all’epoca dei fatti pm al tribunale di Cosenza e del giudice delle indagini preliminari Francesco Luigi Branda. Il tutto “per infondatezza della notizia di reato”.
I due erano accusati di abuso di ufficio sulla base di una denuncia presentata nei loro confronti da Francesco Bisceglia, meglio noto come “Padre Fedele”. L’ex frate era stato condannato in primo e secondo grado a 3 anni e 3 mesi per violenza sessuale ai danni di una suora. Il 17 settembre scorso la condanna della Corte di cassazione è stata annullata. L’ex frate insinuava che il pm Curreli avesse archiviato delle denunce presentate dalla monaca, riferite ad altri presunti abusi senza farle convergere nel processo principale. In realtà già quando la Cassazione ha annullato l’ultima condanna a Francesco Bisceglia, la procura della repubblica di Salerno aveva richiesto l’archiviazione per infondatezza della notizia di reato del procedimento a carico dei due magistrati. Le medesime conclusioni sono state riprese dal Gip, Vincenzo Di Florio. Pertanto è stata dichiarata la piena legittimità delle scelte strategico processuali di Curreli ed è stata esclusa qualsiasi violazione di legge e quindi qualsiasi abuso d’ufficio, tanto da parte dello stesso e del giudice Branda.

 

 

Commenta