Cosenza: crollo di via Bombini, la precisazione del Settore Protezione Civile · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Cosenza: crollo di via Bombini, la precisazione del Settore Protezione Civile

cosenza_crollo_via_bombiniCOSENZA – In relazione agli articoli apparsi sulla stampa in merito allo stato dell’arte dei lavori di messa in sicurezza di via Bombini, il Servizio di Protezione Civile di Palazzo dei Bruzi precisa quanto segue.

“A seguito del crollo dell’immobile su via Bombini, l’Amministrazione comunale, attraverso gli uffici competenti, ha immediatamente avviato una prima fase di somma urgenza, destinata ad eliminare i pericoli di ulteriori crolli nell’area.

Questa fase è iniziata il 30 maggio e si doveva ultimare nella giornata del 16 luglio con la segregazione dell’area, di fatto impedita dalle proteste di alcuni cittadini residenti. Come è noto a tutti, in particolar modo ai residenti della zona, l’Amministrazione è intervenuta immediatamente per risolvere le criticità derivanti dall’avvenuto crollo, predisponendo l’immediato intervento di messa in sicurezza e continuando nei giorni a seguire, anche di sabato e domenica, i lavori necessari per eliminare il pericolo, lavori che sono stati eseguiti tutti rigorosamente a mano, allo scopo di garantire la sicurezza dei lavoratori e degli edifici circostanti.

La seconda fase, già in corso, prevede la predisposizione di tutti gli atti necessari alla rimozione delle macerie che non presentano caratteristiche tali da necessitare di interventi di somma urgenza. Gli uffici stanno preparando tutti i passaggi imposti dal quadro normativo: computo di stima dei lavori, capitolato dei lavori e consequenziale determina di approvazione degli stessi con indizione di gara d’appalto negoziata.

Relativamente alle presunte dichiarazioni del Sindaco circa l’impossibilità di bonificare il sito, perché sequestrato, si smentisce categoricamente che il primo cittadino abbia mai rilasciato tale dichiarazione. Comprendiamo il disagio e le proteste degli abitanti, ma gli uffici stanno lavorando a ritmo serrato, facendo fronte anche ad altre emergenze impreviste, proprio per garantire una soluzione rapida al problema”.

 

Commenta