Quattro morti a Rende: padre, madre e due figli. Forse omicidio-suicidio | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Quattro morti a Rende: padre, madre e due figli. Forse omicidio-suicidio

RENDE (COSENZA) – Quattro cadaveri sono stati trovati in una casa a Rende, in contrada Cutura, via Malta. Si tratterebbe di Salvatore Giordano (titolare insieme al fratello del negozio “Il Musichiere”), sua moglie Francesca Vilardi e i due figli, Giovanni e Cristiana, 25 e 28 anni.

Secondo una prima ipotesi potrebbe trattarsi di un caso di omicidio-suicidio. Sono stati i parenti a dare l’allarme dato che non non rispondevano alle telefonate. E’ probabile, secondo indiscrezioni, che il fatto sia avvenuto nella notte. E’ stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco per poter entrare in casa, e sono stati loro a fare la tragica scoperta.

Secondo i carabinieri della Compagnia di Rende ed i magistrati della Procura di Cosenza che sono sul posto, pare che a sparare contro la moglie e i due figli sia stato Salvatore Giordano. L’ipotesi che sia stato Giordano a compiere la strage é verosimile, ma per averne la certezza si attende l’esito degli esami balistici e dello stub sui cadaveri.

Tre corpi nel corridoio ed il quarto in una stanza vicina. É così che i carabinieri hanno trovato i cadaveri della famiglia Giordano. Nel corridoio gli investigatori hanno trovato i corpi del capofamiglia, Salvatore Giordano, della moglie Francesca Vilardi e della figlia Cristiana. Il figlio Giovanni, invece, era in una stanza attigua. Le due pistole sono state trovate una vicina a Giovanni e l’altra nel corridoio.

Sul posto i carabinieri della sezione scientifica del Comando provinciale di Cosenza, il procuratore di Cosenza Mario Spagnuolo ed il comandante provinciale dei carabinieri Piero Sutera.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità