Trasformano la stazione ferroviaria di Corigliano in un mercato della droga: arrestati tre giovani · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Trasformano la stazione ferroviaria di Corigliano in un mercato della droga: arrestati tre giovani

I militari della Compagnia Carabinieri di Corigliano Calabro, nella serata di sabato, hanno tratto in arresto tre ragazzi per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Nello specifico i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Corigliano durante un servizio perlustrativo nel centro cittadino ausonico, focalizzavano la loro attenzione su alcuni ragazzi che si trovavano all’interno dello scalo ferroviario coriglianese. I militari notavano un andirivieni di giovani che entravano ed uscivano dalla stazione dei treni ed insospettiti decidevano di procedere ad un controllo. Giunti all’interno, si accorgevano di tre ragazzi che, con fare sospetto, erano seduti su un muretto, sul quale avevano poggiato del materiale. Alla vista delle divise nere, i giovani iniziavano a dileguarsi e lanciavano per terra degli involucri di plastica. Ben presto raggiunti, i militari li bloccavano ed iniziavano una minuziosa perlustrazione della zona per vagliare cosa i ragazzi avessero gettato. Venivano rinvenuti tre involucri di cellophane contenente della sostanza stupefacente del tipo marijuana, per un peso complessivo appurato di circa 100 grammi, nonché, a poca distanza, un bilancino di precisione, marca Diamond, per le pesature della sostanza da compiersi prima delle cessioni agli acquirenti-assuntori.

I ragazzi venivano portati in caserma e compiutamente identificati in R.D., 25enne coriglianese, con diversi precedenti penali, F.P. e Z.O.A., entrambi 18enni di Corigliano, incensurati. La droga veniva sottoposta ad apposito esame con reagenti chimici, che dimostrava come si trattasse di marijuana pura. Tutto il materiale rinvenuto veniva sottoposto a sequestro penale, mentre per i tre ragazzi, d’intesa con la Procura della Repubblica di Castrovillari, coordinata dal Dott. Eugenio Facciolla, scattavano le manette e dovranno comparire davanti le aule del Tribunale monocratico di Castrovillari per rispondere del reato di detenzione di marijuana ai fini di spaccio.

Commenta