La Polizia arresta il presunto autore dell’omicidio di Crotone · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

La Polizia arresta il presunto autore dell’omicidio di Crotone

CROTONE – È stato identificato e arrestato uno dei soggetti responsabili dell’omicidio di TERSIGNI Giovanni, l’uomo freddato, nella giornata di sabato scorso, in pieno centro storico, da diversi colpi di pistola. La Polizia di Stato ha, infatti, poche ore dopo l’omicidio, arrestato due persone, CUSATO Paolo, classe 1989 di Crotone e TODOROV DIMITAR Dimitrov classe 1997 di nazionalità bulgara, entrambi con precedenti per associazione di stampo mafioso, stupefacenti e armi il primo, mentre il secondo per furto, armi nonché violenza e minaccia a pubblico ufficiale.

Il CUSATO, in particolare, è stato individuato come uno dei due presunti autori dell’omicidio del TERSIGNI, mentre il TODOROV DIMITAR è stato arrestato a seguito delle perquisizioni effettuate dalla Squadra Mobile nel corso della notte, in quanto veniva trovato in possesso di più di un chilo di eroina.

A incastrare il CUSATO sono state alcune immagini acquisite dagli investigatori che hanno immortalato il ventenne mentre fuggiva a piedi, dopo aver compiuto l’omicidio, mentre si disfava di una busta di platica all’interno della quale venivano rinvenute una pistola semiautomatica cal. 7,65 con matricola abrasa, colpo in canna e cane armato, utilizzata per uccidere il TERSIGNI; un berretto di tipo baseball e una polo blu e un paio di guanti in lattice.

Inoltre, nel corso della perquisizione effettuata a casa del CUSATO venivano ritrovati degli indumenti corrispondenti a quelli indossati dallo stesso al momento dell’assassinio. Le successive attività d’indagine, consistenti anche nella effettuazione di perquisizioni, indirizzavano i poliziotti verso il TODOROV DIMITAR il quale, rintracciato dopo poche ore, veniva trovato in possesso di una busta contenente, divisi in panetti, kg 1, 058 di eroina. Il CUSATO, pertanto, essendo emerse dei gravi indizi circa la sua responsabilità diretta per la morte del TERSIGNI, avvenuta, dopo diverse ore dal suo ferimento, in ospedale veniva arrestato e condotto in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Commenta