Presentazione de “La forza degli eventi” domani alla Ubik · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Presentazione de “La forza degli eventi” domani alla Ubik

gabriele_talarico_la_forza_degli_eventiCOSENZA – Sarà presentato domani, mercoledì 15 luglio​ alle 18,30 presso la libreria Ubik di Cosenza il romanzo di Gabriele Talarico, intitolato “La forza degli eventi” ed edito dalla casa editrice Falco. Interverranno, oltre all’autore, l’editore Michele Falco, la docente di Lettere Rosalba Granieri e la docente di Filosofia Patrizia Russo.

Il libro

Avevo sempre ammirato mio padre per la grande personalità che lo ha contraddistinto nella famiglia e nel lavoro, non avevo però mai considerato le sue intuizioni politiche… confesso che accorgermene è stata una vera sorpresa! Giorno dopo giorno, trovavo sempre più interessante dialogare con lui: capivo che dalle nostre conversazioni avrei potuto attingere fatti inediti di vita vissuta. Per assurdo, la malattia aveva creato un meraviglioso feeling fra noi: il suo bisogno di non estraniarsi dal mondo
circostante e la sua grande voglia di parlare si coniugava perfettamente con il mio desiderio di ascoltarlo. Così, inaspettatamente, la sua loquacità divenne rivelatrice e, oserei dire, addirittura profetica”.

L’autore

Gabriele Talarico nasce a San Marco Argentano (Cosenza). Vicino al mondo cattolico, è da sempre impegnato a sostegno dei deboli e in attività sociali. È stato membro del Consiglio Pastorale, promotore di varie associazioni benefiche nel territorio di San Marco Argentano, quali il
Movimento per la Vita, l’Associazione Fratres per la donazione del sangue e la Società Sportiva La Ginnica; consigliere FIDAS e fondatore della Fraternita di Misericordia, con l’incarico – in quest’ultima – di Governatore per circa 12 anni. Attualmente è presidente dell’ATC –
Associazione Tumori Calabria – che ha fondato assieme ad alcuni medici illuminati e a un gruppo di volontari nella sua città d’origine, dove vive con la sua famiglia. Ha partecipato attivamente al dialogo politico, come esponente della Dc locale, negli anni della giovinezza, rifiutando fermamente incarichi di carattere amministrativo, forte della convinzione che la politica non sia una modalità di affermazione personale, appannaggio di poche persone che detengono il potere, bensì solo uno strumento sapiente per poter vivere meglio all’interno di una società equilibrata, giusta e
solidale. Da sempre ha coltivato la passione per la narrativa, tenendo nel cassetto diversi inediti. Quarant’anni nella scuola secondaria di primo e di secondo grado lo hanno portato a conoscere i paesi dell’entroterra calabrese e le numerose famiglie contadine, da cui ha tratto ispirazione per questo romanzo.

Commenta