“The BoCs Art” verso la conclusione: il bilancio del curatore del progetto Alberto Dambruoso · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

“The BoCs Art” verso la conclusione: il bilancio del curatore del progetto Alberto Dambruoso

the_bocs_artCOSENZA – Si avvia verso la conclusione il progetto “The Bocs Art” relativo alle residenze artistiche sul Lungo Fiume, inauguratosi il 4 luglio scorso e che vedrà concludersi il 2 agosto la sua prima fase, articolatasi nell’arrivo a Cosenza, in due momenti temporali distinti, di una trentina di artisti che per quasi un mese, operando negli atelier, appositamente realizzati dall’Amministrazione comunale, ma anche nella città e con i cittadini, hanno aperto una nuova strada alla divulgazione dell’arte contemporanea.

Il prossimo 5 settembre si aprirà la seconda fase del progetto con l’arrivo in città di un nuovo gruppo di artisti.
A fornire l’anticipazione è il curatore del progetto Alberto Dambruoso, storico e critico d’arte ed animatore dell’Associazione Culturale “I Martedì Critici” che ha proposto al Comune di Cosenza le residenze artistiche.
“Il bilancio di questa prima fase è più che positivo – ha sottolineato Dambruoso – sia dal punto di vista degli artisti, sia per quella che è stata la risposta del pubblico che, superando le comprensibili iniziali titubanze si è lasciato poi coinvolgere nell’interattività del progetto.

Ne sono la riprova, ad esempio, le performances cui hanno dato vita gli artisti Alessandro Bulgini o Elena Bellantoni che hanno riscosso particolare apprezzamento. E’ evidente che, in vista della ripresa settembrina del progetto, alcuni aspetti andranno ricalibrati e sarà aggiustato il tiro. E’ auspicabile che si attivi una ulteriore sinergia e questa sarà possibile anche con la partecipazione delle scuole della città che in questo periodo estivo sono notoriamente chiuse”.

Alberto Dambruoso ha poi ribadito la genialità dell’idea avuta dal Sindaco Occhiuto, caso unico in Italia di atelier appositamente realizzati per artisti, anche di spessore internazionale, messi nella condizione di operare liberamente, interagendo con il pubblico.

Ribadito da Dambruoso anche l’auspicio che il progetto “The BoCs Art” possa configurarsi come uno degli appuntamenti a livello nazionale tra i più importanti del nostro Paese. E mentre i primi dieci artisti che hanno operato a Cosenza hanno già consegnato le loro prime opere alla città, gli altri le stanno ultimando.

A conclusione di questa prima fase del progetto, prima della sua ripresa il 5 settembre, le opere donate all’Amministrazione comunale saranno una trentina e formeranno il nucleo fondante dell’istituendo Museo dell’arte contemporanea che troverà collocazione all’ingresso del Lungo Fiume.

Commenta