Il Jazz del Wayne Tucker Quartet spicca tra gli appuntamenti di giovedì 17 dicembre di “Buone Feste cosentine” · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Il Jazz del Wayne Tucker Quartet spicca tra gli appuntamenti di giovedì 17 dicembre di “Buone Feste cosentine”

cosenza_wayne_tuckerCOSENZA – Chi deciderà di seguire domani, giovedì 17 dicembre, gli appuntamenti del cartellone di “Buone Feste cosentine”, l’iniziativa promossa per le festività di Natale e di fine anno dall’Amministrazione comunale e dall’Assessorato agli eventi, turismo e marketing territoriale guidato da Rosaria Succurro, avrà veramente l’imbarazzo della scelta, tanto variegato e multiforme si presenta il programma della manifestazione nelle diverse locations che ospiteranno concerti, presentazioni di libri e uno spettacolo teatrale, più, ovviamente gli spazi dedicati ai bambini.

Molto atteso il concerto del trombettista Wayne Tucker proposto da “AlterAzioni” nell’ambito della rassegna,”Play Bocs – La Musica incontra l’arte”, una serie di concerti aperitivo programmati dalla scorsa settimana nel polifunzionale dell’Area 3 dei Bocs Art sul Lungofiume di via Dante Alighieri.

L’appuntamento di giovedì 17 dicembre, alle ore 19,00, è di quelli veramente imperdibili. In programma il concerto del quartetto di Wayne Tucker, giovane trombettista americano, anche compositore e arrangiatore, proveniente da Syracuse, capoluogo della contea di Onondaga, nello Stato di New York. Tucker si è formato sotto la guida di maestri come George Gable, Jon Faddis e Jim Rotondi. Nonostante la sua giovane età, vanta già prestigiose collaborazioni con molte star del jazz contemporaneo come Bob Mintzer, Delfayo Marsalis, Jon Hendricks, Cyrille Aimee, Kurt Elling e con icone pop come Elvis Costello e Taylor Swift. Ha suonato in alcuni dei più importanti club americani come il Madison Square Garden, l’Avery Fisher Hall, l’ MGM Grand Garden Arena, il Target Center, il Birdland e il Dizzy’s Club Coca Cola, e in molti festival in giro per il mondo.

“When I was a child” è il titolo del suo debutto discografico per la One Trick Dog Record,come band-leader, compositore e arrangiatore.

Altro appuntamento molto atteso del programma di domani di “Buone Feste cosentine” è lo spettacolo del Teatro “Rendano” (ore 21,00), “Liberta’ tra musica e parole”, protagonista l’attore Francesco Castiglione. Lo spettacolo è tratto da un testo, scritto dallo stesso attore, che ha come fonte di ispirazione l’emigrazione ed è un ritratto del ‘900, ripercorso proprio attraverso l’emigrazione e la guerra, dove l’amore è il sentimento che salva l’uomo da una vita miserabile. Ad affiancare Francesco Castiglione saranno il tenore cosentino Federico Veltri, giovane promessa della lirica e vincitore di un premio speciale al concorso lirico internazionale “Riccardo Zandonai” e il pianista, anche lui cosentino, Francesco Perri, compositore, direttore d’orchestra, docente al Conservatorio “Giacomantonio” e sperimentatore nel campo della musica elettronica. Ma sul palcoscenico del “Rendano”, oltre ai tre protagonisti principali dello spettacolo, si alterneranno oltre cento artisti. Tra questi, il violinista Alessandro Acri, i ballerini solisti Ciccio Aiello, Giusy Aiello e Luca Perri, il gruppo dei “Brass brothers”, il coro di voci bianche “Suavis Concentus” e la compagnia di danza “Mary dance stars”.

La regia è di Marco Simeoli. Più di trenta spettacoli teatrali al suo attivo, Francesco Castiglione si è formato con attori del calibro di Aroldo Tieri e Oreste Lionello.

Ad imporlo al grande pubblico, nonostante la sua solida formazione teatrale, è stata, però, la serie televisiva “Don Matteo” che lo vede impegnato anche attualmente per le nuove puntate della fiction.

A completare gli appuntamenti musicali di domani, sarà lo spettacolo “ A crazy white Christmas”, a cura dell’Associazione culturale e musicale “Suoni e Rumori”, in programma alle ore 18,00 in Piazza Kennedy e che avrà come protagonista la cantante cosentina Roberta Castellano, in arte Roberta Cleo. Insieme a lei si esibiranno i bambini e ragazzi del coro dell’Associazione, proponendo brani prettamente natalizi, insieme a quelli tratti dai film di Walt Disney.

L’associazione “Suoni e Rumori”, alla quale Roberta Cleo ha dato vita, si propone di creare nuove opportunità nel territorio, mettendo a confronto l’esperienza positiva delle più significative realtà territoriali nel campo dell’arte. La cantante cosentina è stata, nel 2014, tra i finalisti di “Area Sanremo”, trampolino di lancio del Festival della canzone italiana.

E mentre nella Vecchia Villa comunale, a partire dalle 15,30, prosegue al Villaggio degli Elfi il laboratorio di riuso e riciclo cui seguirà la proiezione del film “il figlio di Babbo Natale”, saranno due le presentazioni di libri previste per il pomeriggio.

Il primo libro, “L’esca di Alarico” dello scrittore cosentino Giulio Bruno e pubblicato da Falco Editore, sarà presentato alle ore 17,00, al Chiostro di San Domenico. Il libro, un romanzo giallo, è ambientato a Cosenza ed è il secondo episodio di una saga che vede protagonista il commissario Luca Giannitteri. E’ proprio lui ad essere chiamato a far luce su alcuni misteriosi delitti. Sullo sfondo, la figura di Alarico e la leggenda ad esso legata, ridiventate, in questo momento, di grande attualità, in un intreccio tra storia e modernità. Il programma prevede i saluti dell’Assessore agli eventi Rosaria Succurro e gli interventi, oltre a quello dell’autore, dell’editore Michele Falco e della scrittrice Assunta Morrone. La serata sarà coordinata da Pierfrancesco Bruno. Giulio Malatacca leggerà alcuni brani del libro con l’accompagnamento musicale di Paolo Viscardi e Andrea De Fazio.

Alle 18,30 alla Biblioteca civica, prevista, invece, la presentazione del volume di Massimo Iiritano, “Gioacchino da Fiore – Attualità di un profeta sconfitto”, edito da Rubbettino. Interverranno, oltre all’autore, il prof.Roberto Bondì dell’Università della Calabria e la direttrice della Biblioteca Civica Anna Viteritti.

Commenta

loading...