Capodanno 2016: Blur dj set con Dave Rowntree, punta di diamante della notte cosentina che aprirà il nuovo anno · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Capodanno 2016: Blur dj set con Dave Rowntree, punta di diamante della notte cosentina che aprirà il nuovo anno

cosenza_dave_rowntreeCOSENZA – Un nome che quasi non ha bisogno di presentazioni. Dave Rowntree è il batterista di una delle band più rappresentative ed influenti del britpop: i BLUR. ll travolgente dj set britannico sprigionerà tutto il sound d’oltremanica, con un occhio di riguardo per gli anni ’90, nella notte del primo gennaio 2016 a partire da poco dopo le 3 – quindi accompagnando il pubblico a cielo aperto verso l’alba – in piazza XV Marzo.

Quando dunque sarà da poco finito il concertone dei Litfiba in programma, com’è noto, in piazza dei Bruzi, le migliaia di residenti e visitatori previsti nella città capoluogo potranno cambiare location per un appuntamento altrettanto esplosivo. Davanti alla scenografia architettonica del teatro Rendano, in piazza XV Marzo, andrà in scena un dj set memorabile con uno dei protagonisti della celebre band britannica. E’ questa la sorpresa che era stata annunciata nei giorni scorsi. Cantano l’Inghilterra, i Blur. Osannati e premiati nel mondo nei variegati anni ’90, giunti al successo, hanno attraversato le varie fasi che di norma conoscono i complessi musicali, ovvero periodi sabatici, separazioni e reunion. Alla luce di questa ennesima perla che va ad impreziosire un programma già ricco e rivolto a differenti target per gusti ed età, si può affermare che Palazzo dei Bruzi saluterà il 2016 con una serie di eventi che rappresentano tra le migliori proposte di tutto il panorama nazionale.

Ricapitolando:
Già dalla mezzanotte, per la soddisfazione dei giovanissimi, si esibiranno sul palco montato alla cosiddetta salita di Pagliaro (tra piazza Kennedy e piazza Bilotti), nascenti talenti della musica italiana freschi del format di successo X-Factor: il cosentino Eva (alias Giacomo Runco), i Moseek e Davide Shorty.

Nell’area del Mab andrà in scena un allestimento hi-pop con Dj Double S, un’istituzione in Italia per il genere e fra i dee-jay più amati dal pubblico, mentre il mito degli anni ’50 rivivrà in piazza Santa Teresa con lo spettacolo di Ladyvette, vale a dire un varietà composto di pezzi inediti in pieno stile vintage, classici dalle sonorità pop in chiave swing e intermezzi teatrali.

Attorno all’una e un quarto, il palco principale di piazza dei Bruzi vedrà la tanto attesa esibizione dei Litfiba capitanati da Piero Pelù e Ghigo. Tra battage promozionale sulle prime pagine dei giornali nazionali e post sui social pubblicati da Pelù in persona, è molta la curiosità di vederli esibirsi dal vivo in un appuntamento così importante dopo la reunion nel 2009.

Il nome della band, com’è noto, è un acronimo che unisce, ovvero LIT(Italia) FI(Firenze) BA (Via de Bardi).

La band è reduce dal grandissimo successo della tournée di “Tetralogia degli elementi live” che hai visto Piero e Ghigo ancora insieme per dare nuova linfa ad alcuni dei brani più rappresentativi degli anni ‘90 e ricreare quel rituale energetico che contraddistingue il sound della tetralogia.

Ancora, infine, una ciliegina sulla torta alle prime luci del giorno del primo gennaio: i Coltivatori di musica, con la loro “resistenza gastrofonica viaggiante” si esibiranno sulla suggestiva scaletta dei “due leoni” al grido del “non fate la guerra, ma gnocchi e pomodoro”.

Commenta