Pasqua in musica per il Kantiere Kairòs, in concerto il 27 marzo · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Pasqua in musica per il Kantiere Kairòs, in concerto il 27 marzo

kantiere_k_adrCOSENZA – Domenica di Pasqua 27 Marzo nella Chiesa di San Domenico a Cosenza, il Kantiere Kairòs in concerto per festeggiare il primo anno dall’uscita del cd IL SOFFIO, già disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming.

Ad un anno dalla presentazione al pubblico del loro primo lavoro discografico Il Soffio, la Christian Band Kantiere Kairòs festeggia il primo compleanno con una nuova data a Cosenza – domenica di Pasqua 27 marzo – nella Chiesa di San Domenico. Il concerto si terrà alle ore 20.00 dopo la Messa vespertina di Pasqua.

«“Non mi vergogno del Vangelo!”. È questa frase di Paolo nella lettera ai Romani che mi torna in mente pensando al Kantiere Kairòs! Penso a questi ragazzi, professionisti della musica, giovani abituati a suonare e a cantare in tanti contesti del mondo, che ad un certo punto sentono il bisogno di testimoniare a tutti, quella che è la perla della loro vita: l’incontro con Cristo. E lo fanno nel modo loro più proprio: con la musica! – racconta padre Carmine Marrone, Missionario OMI e rettore della Chiesa di San Domenico a Cosenza, che ospiterà la Christian Band la sera di Pasqua – Nel tempo della Nuova evangelizzazione, il Kantiere Kairòs mi sembra una piccola grande risposta dello Spirito Santo!».

Nella scaletta del concerto – che vede l’intesa assoluta che mescola musica e spiritualità con Antonello Armieri (voce e chitarra acustica), Davide Capitano (basso), Gabriele Di Nardo (batteria), Roberto Sasso (tastiere) e Giuseppe Di Nardo (chitarre) – ampio spazio alle canzoni che compongono il primo cd di inediti. Tra i brani, i singoli La Tua volontà, Cuore Sacro, Stella e anche Galilea, brano arrivato nelle radio italiane da qualche giorno per cantare la gioia della Pasqua. È canto di gioia, di sorpresa. È conferma di salvezza, il tutto sottolineato da un crescendo di ritmo, suoni e una graffiante chitarra elettrica per giungere alla liberazione finale di canto corale.

Commenta