Presentazione del libro “Droghe da stupro” alla Mondadori di Cosenza · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Presentazione del libro “Droghe da stupro” alla Mondadori di Cosenza

falco_editore_droghe_da_strupoCOSENZA – La libreria Mondadori di corso Mazzini a Cosenza ospiterà oggi 31 maggio 2016, alle ore 17,30, la presentazione del saggio “Droghe da stupro e nuove sostanze psicoattive. Quando il risveglio ha un retrogusto amaro” (Falco Editore).

Il volume, scritto dalla criminologa Monica Capizzano, rappresenta uno studio unico in Italia sul pericoloso fenomeno delle droghe da stupro.

La presentazione è organizzata dall’associazione Brutia Libera, dalla Libreria Mondadori e da Falco Editore. A dialogare con l’autrice sarà il giornalista Carlo Minervini.

Il libro
In questi ultimi anni, le Nazioni Unite e l’Unione Europea hanno più volte segnalato, sul mercato illecito delle sostanze stupefacenti, la comparsa di nuove sostanze psicoattive (Nsp) di origine sintetica, con caratteristiche farmacologiche e tossicologiche particolarmente pericolose. Alcune di queste molecole derivano dalla progettazione di potenziali farmaci per uso terapeutico; tuttavia, nessuna di queste è mai arrivata fino alla fase di sviluppo farmaceutico. Altre, invece, nascono specificatamente per essere utilizzate come vere e proprie droghe per finalità voluttuarie.

Chiunque con queste droghe può essere uno stupratore. Le statistiche mostrano che la maggior parte delle vittime sono assalite da qualcuno che conoscono: un familiare, un amico, un partner, un coniuge. Bisogna tenere presente che gli stupratori sono soggetti che manipolano e ingannano la vittima. Infatti, essi sono abili a creare situazioni in cui possono approfittare della fiducia di una persona. Gli studi hanno dimostrato che esistono alcuni soggetti che presentano caratteristiche facilmente riconducibili al profilo del sex offender.

Le droghe da stupro hanno, per le vittime, effetti devastanti, sia da un punto di vista fisico, sia da un punto di vista emotivo. Infatti, alcuni farmaci possono, e sono usati, per rendere le vittime incapaci di resistere all’attacco o ricordare del tutto l’accaduto.

L’autrice
Monica Capizzano è consulente tecnico di parte per diversi studi penali, oltre ad essere una docente di criminologia presso dipartimenti universitari e istituti internazionali. È esperta Criminologa D.a.p. Catanzaro, docente di criminologia Unised Milano e Ciels Gorizia, Ctu, criminal profiler; esperta in ricerca e repertamento tracce sulla scena del crimine, perfezionamento conseguito presso il SIRCHIE Fingerprint Laboratories (American Institute of Applied Sciences and Criminal Investigation Training Center), Youngsville, North Carolina USA. È esperta in droga dello stupro, membro Una-Usa. È stata componente del team di studiosi esperti in diritto internazionale che nel novembre 2012 è stato chiamato a Vicenza per studiare il caso dei Marò.

Commenta