Rende, ultimi due importanti appuntamenti in città con gli Arteteca e Gene Gnocchi · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Rende, ultimi due importanti appuntamenti in città con gli Arteteca e Gene Gnocchi

RENDE (COSENZA) – Ultimi due interessanti appuntamenti per la kermesse teatrale della città: venerdì 15 marzo sarà la volta dell’incommensurabile comicità di Gene Gnocchi e, il venerdì successivo (22 marzo), il cartellone si concluderà con gli Arteteca.

Una carrellata di successi marchiati “De.Do Eventi” di Alfredo De Luca, con il patrocinio del Comune di Rende, hanno “riscaldato” la fredda stagione rendese. Paolo Ruffini, Biagio Izzo, Gabriele Cirilli, Matteo Setti, Cristiano Malgioglio, gli ospiti che, magistralmente, si sono susseguiti sul palcoscenico del Cineteatro Garden.

“Personaggi poliedrici e generi diversi, hanno portato a battesimo la prima edizione del Festival del Teatro che muove verso l’accostamento dei giovani al mondo del retroscena” precisa – ad ogni spettacolo – il direttore artistico De Luca. Punta già verso il pienone, lo show “Cose che mi sono capitate…ancora” di Gnocchi, uno dei personaggi dello spettacolo italiano più noti e apprezzati soprattutto per la sua pungente ironia che proprio quest’anno compie i 30 anni di carriera. Molti ricorderanno il suo debutto nel 1989 per lo show “Emilio”, dopo alcune apparizioni al “Maurizio Costanzo Show”.

Il comico, successivamente, forma un’affiatata coppia artistica con Teo Teocoli nella sit-com “I vicini di casa” e nel varietà “Mai dire gol” e, la scalata sarà tutta in discesa. Nello spettacolo che ci riserverà tra qualche giorno, il mattatore mette a nudo il fondamentale dilemma della vita che riguarda l’uovo e la gallina. Parafrasando una sua nota citazione, si sofferma umoristicamente sul fatto se sia meglio mangiare prima e poi andare a teatro o prima andare a teatro e poi mangiare? Al momento, però, non ci è dato sapere, ogni curiosità, volutamente, è rinviata alla serata di esibizione.

Commenta