Depurazione: procura Paola chiede 5 rinvii a giudizio per truffa · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Depurazione: procura Paola chiede 5 rinvii a giudizio per truffa

Print Friendly, PDF & Email

paola_tribunale_giustizia_1PAOLA (CS) – La procura di Paola ha chiesto il rinvio a giudizio di cinque persone, accusate di truffa aggravata per aver stornato i finanziamenti per la messa in sicurezza dei depuratori di Paola e Fuscaldo.

Si tratta di tre amministratori della Smeco, la società che gestisce la maggior parte dei depuratori del tirreno cosentino, e di due funzionari dei comuni di Paola e Fuscaldo.

I cinque, alcuni dei quali già sotto processo per disastro ambientale e illecito smaltimento dei rifiuti, avrebbero distratto, in concorso tra di loro, i finanziamenti per la riparazione dei depuratori, circa 250.000 euro, ottenuti dalla Regione Calabria tra il 2009 e il 2011.

“Le nostre inchieste sono in corso, e non escludiamo altre novità a breve”, ha detto all’Agi il procuratore capo di Paola, Bruno Giordano.

(AGI)

pubblicità

loading...