Corigliano Calabro. Controlli dei carabinieri, 17 persone denunciate · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Corigliano Calabro. Controlli dei carabinieri, 17 persone denunciate

carabinieri_notte_2CORIGLIANO CALABRO (CS) – Dal 03 al 09 ago 2015, in corigliano calabro e comuni limitrofi, nell’ambito dei servizi controllo del territorio disposti dal comando compagnia, al fine di prevenire commissione reati predatori e di contrasto all’illegalità diffusa, i carabinieri hanno deferito in s.l.:

per il reato di guida senza patente ( art.116 co 15 e 17 del c.d.s.):
C. M., classe 1993, muratore, censurato, il quale veniva sorpreso alla guida del proprio ciclomotore sprovvisto di patente di guida perche’ mai conseguita, mezzo sottoposto a fermo amministrativo;
N. L., classe 1979, celibe, ambulante, il quale veniva sorpreso alla guida della propria autovettura, senza essere munito di patente di guida perche’ mai conseguita, mezzo sottoposto a fermo amministrativo;
N. A., classe 1991, celibe, ambulante, censurato, il quale veniva sorpreso alla guida della propria autovettura, senza essere munito di patente di guida perche’ mai conseguita, mezzo sottoposto a fermo amministrativo;
per  violazione delle prescrizioni della misura di prevenzione della sorveglianza speciale (artt. 71 e 75 del d.lgs n. 159/2011):
V. P., classe 1991, convivente, nullafacente, pluripregiudicato, poiche’ sorpreso in questo centro alla guida dell’autovetura, senza essere munito di patente di guida perche’ mai conseguita, mezzo sottoposto a fermo amministrativo (deferito anche per guida senza patente art.116 del c.d.s.);
G. B., classe 1981, celibe, nullafacente, pregiudicato, sorvegliato speciale di P.S.,  veniva controllato a bordo del’autovettura, condotta da un pregiudicato, sprovvisto di carta precettiva;
per il reato di furto (art.624  c.p.):
C. G., classe 1966, coniugato, nullafacente, pregiudicato,
L. M. E., classe 1968, coniugata, casalinga..
Predetti, presso un magazino di loro proprieta’, si erano allacciati abusivamente alla rete elettrica.

P. G., classe 1993, ivi residente, celibe, nullafacente, pregiudicato;
C. E., classe 1973, coniugato, nullafacente, pregiudicato.
predetti in cassano all’ionio, avevano asportato un motocarro, ad un 28enne del luogo;
per  costruzione di un fabbricato senza permesso (artt. 64 e 65 t.u. dpr 380/01):
P. R., classe 1988, celibe, studente;
M. E., classe 1988, coniugato, operaio.
predetti in vaccarizzo albanese, in prossimita’ dell’abitazione del P.R., avevano realizzato un manufatto edile sprovvisto di permesso di costruzione, sottoposto a sequestro;
per  tentata frode nell’esercizio commerciale  (artt. 56 e 515 c.p.):
R. C., classe 1963,
coniugata, commerciante. in amendolara, presso l’esercizio commerciale della predetta, militari stazione Roseto C.Spulico (CS), congiuntamente quelli del NAS Cosenza, hanno posto sotto sequestro dei prodotti ittici congelati anziche’ freschi come indicati dal cartellino;
per  violazione leggi speciali (art.110 c.p. e art.5 let.b l.30/04/1962 n.283, art.8 d.lgs 507/1999 e art. 54 1161 c.n.):
V. M., classe 1970, convivente, commerciante, censurato;
M. S., classe 1978, coniugata, operaia, censurata.
Militari locale stazione, congiuntamente quelli del NAS di Cosenza e personale locale ASP, in Trebisacce, presso l’esercizio commerciale dei predetti, hanno posto sotto sequestro dei prodotti ittici per un totale di chilogrammi 40 (quaranta) in cattivo stato di conservazione, nonche’ venivano elevate sanzioni amministrative per l’inidoneita’ igenico sanitaria dei locali cucina – pizzeria. Per tali violazioni e’ stato disposto la chiusura del citato esercizio commerciale.

 

Per il reato di circonvenzione di persone incapace, falsita’ ideologica commessa da privato in atto pubblico e truffa (artt. 643, 483 e 640 c.p.):
R. S., classe 1969, coniugata, bracciante agricola;
G. F., classe1974, coniugato, operaio;
T. D., classe 1985, celibe, nullafacente.
Predetta R. S., approfitando dello stato di deficienza psichica di un 88enne, pensionato, di San Giorgio Albanese, per procurere a se’ un profitto, lo induceva a redigere un testamento pubblico in cui veniva nominata erede universale. Nella circostanza veniva posto sotto sequestro un libretto ordinario contenente la somma di euro 15.000,00 (quindicimila) nonche’ la somma in contante di euro 10.000,00 (diecimila), nella disponibilita’ della predetta, mentre il G. F. e il T. D. in concorso con la R. S., attestavano falsamente, in un atto notorio innanzi a un dirigente amministrativo del Tribunale di Castrovillari, informazioni circa l’identita’ del defunto pensionato sopra citato;
Stesso servizio venivano conseguiti seguenti risultati:
Segnalati per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale (art. 75 dpr 309/1990):
M. M., classe 1970, coniugato, autista, pregiudicato;
G. B., classe 1981, celibe, nullafacente, pregiudicato, sorvegliato speciale di P.S..
Predetti in cassano all’ionio a bordo dell’autovettura, del M. M. (al quale veniva pure ritirata la patente), venivano  trovati in possesso di grammi 0,2 di sostanza stupefacente tipo cocaina e di grammi 0,5 di eroina,  posta sotto sequestro.

Controllati nr. 175 autoveicoli ed identificate nr. 325 persone;
elevato nr. 19 contravvenzioni al c.d.s.;
controllati nr.26 esercizi pubblici;

Commenta

loading...