Trenta: ottava edizione del Premio Artistico Letterario Internazionale “Antonio Proviero” · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Trenta: ottava edizione del Premio Artistico Letterario Internazionale “Antonio Proviero”

TRENTA: giuria premio provieroTRENTA (COSENZA) – Il premio “Proviero” sbarca su radio e web. Sono queste alcune delle novita’ dell’iniziativa dell’amministrazione comunale di Trenta, che da otto anni promuove il Premio Artistico Letterario Internazionale dedicato al sacerdote e scienziato del piccolo centro della Presila Cosentina.

In una gremita sala consiliare del comune di Trenta la consegna dei premi ai vincitori dell’ottava edizione del concorso letterario, una cerimonia che si è aperta con la musica dell’orchestra Brutium Chamber Music, diretta dal maestro Francesco Meo. Tutti i Trentesi, avranno la possibilita’ di scrivere la storia di don Proviero attraverso la piattaforma “Cinuria”, illustrata nel corso della manifestazione da Manuela De Franco.

Ruggero Pegna con “Il cacciatore di Meduse”, è il vincitore della sezione letteratura edita . “Il nostro centro – ha sottolineato il sindaco Ippolito Morrone – punta sulla cultura per contribuire alla crescita economica del territorio. Negli anni il premio è diventato una vetrina importante, che ha varcato i confini provinciali e che oggi è conosciuto e apprezzato in Italia e all’estero. A testimoniarlo le oltre 200 opere vagliate da un’attenta e qualificata giuria”.

Cinque le sezioni in gara. Vincitore della prima sezione – Poesia inedita in lingua italiana- Sergio D’angelo con “Dove precipita l’assenza”. Per la poesia inedita in vernacolo, primo classificato Rocco Nassi con “E’ cumu a prima vota”; per la narrativa inedita in lingua italiana, speciale scuole, il vincitore è Alberto D’Aiello con “Solitudine di un uomo di Calabria”; per la sezione “Libro illustrato edito” il primo classificato è Richard Merrit con “Dove sono le mutande di Babbo Natale”. Emozionante la consegna del premio speciale alla memoria del prof. Giuseppe Curcio, penna senza tempo della Presila. Premi speciali anche al film “Ciccilla”, la storia della brigantessa Maria Oliverio, moglie del brigante Pietro Monaco e al medico Massimo Misiti, ortopedico, che con il suo lavoro ha onorato il giuramento di Ippocrate portando le cure nel cuore dell’Africa dimenticata coniugando medicina e solidarietà. A consegnare il prestigioso riconoscimento al dott. Misiti, il direttore della sede regionale Rai Demetrio Crucitti, ospite della serata.

Premi Speciali anche allo scrittore Giocchino Criaco e all’imprenditore Vincenzo Perris

Commenta

loading...