Campo rom provvisorio di Vaglio Lise, Franco Corbelli collaborerà con l’Amministrazione comunale · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Campo rom provvisorio di Vaglio Lise, Franco Corbelli collaborerà con l’Amministrazione comunale

campo_villaggio_rom_5COSENZA – Occhiuto: “Garantiremo a queste persone condizioni di vita dignitose”
Il sindaco di Cosenza e presidente della Provincia, Mario Occhiuto, ha incontrato ieri sera, nel Palazzo di piazza XV Marzo, il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli. Tema dell’incontro, assai cordiale in virtù dei rapporti di vecchia amicizia tra Occhiuto e  Corbelli, il campo rom temporaneo di Vaglio Lise e, più in generale, la questione dell’immigrazione.

Occhiuto ha ringraziato Corbelli per la sua disponibilità e il suo incessante impegno a favore degli ultimi e gli ha chiesto, al di là della vicenda specifica della cosiddetta tendopoli di emergenza, di collaborare  nei programmi amministrativi relativamente al coordinamento di un importante progetto di aiuto agli immigrati che sta predisponendo il Comune di Cosenza. A tal riguardo, occorre ricordare infatti che palazzo Gervasi, nel centro storico, grazie alla volontà dell’Esecutivo Occhiuto diventerà sede polifunzionale per l’integrazione e l’inclusione  sociale degli immigrati extracomunitari regolari.

Corbelli, dal canto suo, ha ringraziato Mario Occhiuto assicurando la sua collaborazione (a titolo gratuito) e rinunciando a ricoprire qualsiasi incarico.

Rispetto al tema dell’incontro di martedì sera, che era appunto soprattutto incentrato sul campo rom temporaneo di Vaglio Lise, Mario Occhiuto ha ribadito che il fermo intento dell’Amministrazione comunale è quello di trovare una soluzione nel più breve tempo possibile alo scopo di non lasciare questi cittadini stranieri a vivere nelle tende, dopo averli finalmente strappati ai rischi del campo abusivo sul fiume. “Dopo l’urgenza della messa in sicurezza e dell’igiene pubblica – ha affermato il Sindaco e Presidente della Provincia – ci stiamo attivando per garantire proprio il rispetto dei diritti umani di queste persone. Nostro compito è di offrire soluzioni che non siano precarie bensì ottimali per la qualità della vita di tutti i cittadini, indistintamente”.

In relazione poi alla proposta del segretario provinciale del sindacato Autonomo di Polizia di Cosenza, Giovanni Palermo, di affidare la direzione della tendopoli rom di Vaglio Lise a Corbelli, unitamente a Padre Fedele, lo stesso Franco Corbelli, da sempre vicino ai più deboli, l’ha subito accolta con entusiasmo e passione, offrendo la sua immediata disponibilità ad assumere questo incarico gratuitamente, “con la speranza che – ha dichiarato – da quel luogo di sofferenza possa partire un messaggio di vera solidarietà, di fratellanza, di speranza e di rispetto dei diritti di tutti, soprattutto degli ultimi, di quella umanità più povera e sofferente, che aiuto ininterrottamente da  oramai 35 anni”.

Inoltre, Corbelli ha espresso apprezzamento per la coraggiosa decisione di Occhiuto di porre fine alla vergogna della disumana baraccopoli sul fiume Crati, allestendo il campo momentaneo di Vaglio Lise come primo importante passo per garantire condizioni di vita più dignitose e sicure “a questa povera gente e soprattutto per scongiurare possibili tragedie che – ha ricordato il leader dei Diritti Civili – solo per un miracolo in questi anni si sono evitate durante i diversi incendi che hanno distrutto alcune baracche del vecchio campo di Vaglio Lise”. Franco Corbelli ha infine voluto ringraziare il sindaco Occhiuto per la sua particolare attenzione e sensibilità per il sociale. Entrambi torneranno presto a vedersi per iniziare una proficua collaborazione a supporto delle condizioni di vita degli immigrati e delle fasce più povere della popolazione.

Commenta

loading...