Aree per l’Innovazione (API), Barbanti: “Le nostre soluzioni per il rilancio della Calabria e del Sud” · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Aree per l’Innovazione (API), Barbanti: “Le nostre soluzioni per il rilancio della Calabria e del Sud”

Print Friendly, PDF & Email

Aree per l’Innovazione (API)COSENZA – Si terrà Sabato 5 Dicembre alle 10:00 presso la Sala Nova del Palazzo della Provincia di Cosenza l’atteso convegno sulle Aree per l’Innovazione,strumento che i relatori individuano come propedeutico e di perfezionamento a modelli come le Zes (Zone economiche speciali) e le ZFU (Zone franche urbane).

Ad offrire i loro contributi e arispondere alle domande dei giornalisti, interverranno come relatori la dott.ssa Maria Cocciolo, direttore generale di Confcommercio Cosenza, il dott. Pasquale Giustiniani, direttore generale Federazione BCC Calabria, il dott. Francesco Rosa, Presidente di CNA Calabria, il dott. Franco Napoli, presidente di CONFAPI Calabria, ed infine il prof. Pietro Paganini della John Cabot University, prestigiosa università americana a Roma e founder di “Competere.Eu”, ispiratore delle API come attrattore di investitori ed imprenditori in Italia ed in particolare al Sud.

“Ripartire dalla Crisi economica che la nostra regione sta vivendo come opportunità per creare – con questo progetto – nuove e più favorevoli condizioni per lo sviluppo economico” sarà il tema che tratterà il dott. Giustiniani, mentre la dott.ssa Cocciolo si occuperà di quali sono le barriere alla crescita che impediscono la crescita economica ed il sostegno all’innovazione. Il dott. Napoli invece evidenzierà come l’innovazione possa nascere anche dall’attrattiva di un territorio, dalla sua capacità di creare una rete di interconnessioni, di individuare, allevare e trattenere i talenti.

Se luoghi geograficamente inospitali come Dubai, Hong Kong, Singapore e Shenzhen sono riusciti ad attirare investitori da tutto il mondo, se ci fosse la volontà politica, cosa potremmo fare in aree come quelle del Porto di Gioia Tauro o di altre zone del Sud, certamente più attraenti geograficamente?”

Sebastiano Barbanti

Deputato XVII Legislatura

pubblicità

loading...