Mario Occhiuto nella sede della Cisl, “Non strumentalizzerò mail il Welfare per raccogliere consensi” · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Mario Occhiuto nella sede della Cisl, “Non strumentalizzerò mail il Welfare per raccogliere consensi”

occhiuto_cisl_9maggio2016COSENZA – Era il 2012 quando, da sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto firmò a palazzo dei Bruzi un protocollo di intesa fra il Comune (primo capoluogo di Provincia della Calabria a promuovere quell’accordo), e le segreterie territoriali di Cgil Cisl e Uil coadiuvate dalle segreterie dei sindacati dei pensionati Spi, Fnp e Uilp.

Si trattava di un patto che siglava ufficialmente un confronto costante a tutela delle categorie sociali svantaggiate, a riprova dell’attenzione nei confronti del settore Welfare che è stata messa in campo durante il governo Occhiuto.

Quella firma è stata ricordata con favore proprio questa mattina dai padroni di casa nella sede della Cisl in occasione dell’incontro che Mario Occhiuto, nuovamente candidato alla poltrona di primo cittadino, ha svolto con i rappresentanti dell’Unione Sindacale Territoriale di Cosenza.

Al tavolo con Occhiuto, gli esponenti Cisl Tonino Russo segretario generale della Provincia, e Paolo Tramonti segretario generale della Calabria. Entrambi, hanno sottolineato i meriti del sindaco uscente rispetto al miglioramento di Cosenza, stimolandolo a rafforzare l’azione amministrativa su alcuni temi specifici nel caso di rielezione alla massima carica della città.

“Diamo atto a Mario Occhiuto -ha dichiarato Russo-dei passi da gigante che Cosenza ha compiuto durante la sua consiliatura”.

Mentre per Tramonti, che inizialmente ha posto l’accento sulle criticità dell’ospedale dell’Annunziata e della Sanità (area che comunque non è di competenza di un Sindaco), “occorre che Cosenza acquisti nello scenario calabrese una sempre maggiore centralità”.

Mario Occhiuto, dal canto suo, ha esposto a 360 gradi la lunga serie di interventi realizzati, da primo cittadino, in tutti gli ambiti. “So bene – ha detto – che gli avversari strumentalizzano in particolar modo l’argomento delle politiche sociali per farne terreno di scontro in campagna elettorale. Io non utilizzerò mai determinati temi per raccogliere consensi, pur sapendo di aver fatto molto nel merito e di dover ancora fare molto. Inoltre, nei cinque anni appena trascorsi, ci siamo attivati per la riqualificazione complessiva del territorio urbano convinti che, da una città più bella, più attraente e più sostenibile, traggano beneficio tutti i cittadini di ogni strato sociale”.

L’intervento di Occhiuto è stato particolarmente apprezzato e applaudito dai presenti in sala.

Una curiosità: nell’aprile 2012, quando si siglò a palazzo dei Bruzi il suddetto protocollo di intesa sul Welfare con i Sindacati, l’allora primo cittadino Occhiuto a margine della conferenza stampa annunciò che Pia Marconi, dirigente del Ministero della Funzione Pubblica per i progetti di qualità, aveva appena comunicato che il Comune di Cosenza era in cima alla lista fra i Comuni calabresi per l’ideazione di Progetti di qualità, invitando a un incontro a Roma che da lì a poco si sarebbe svolto per evidenziare con un dibattito ad hoc i progetti meritevoli nati all’interno della pubblica amministrazione.

Commenta