Pittella: Guccione ha un filo diretto con l’Europa. Un laboratorio di europrogettazione per la Grande Cosenza · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Pittella: Guccione ha un filo diretto con l’Europa. Un laboratorio di europrogettazione per la Grande Cosenza

guccione_pittellaCOSENZA – “Carlo Guccione ha un filo diretto con il Parlamento europeo. Il candidato a sindaco di Alleanza civica progressista ha capito che senza Europa la città di Cosenza non può crescere. E io sono pronto a ritornare qui, quando lui sarà sindaco, essere al suo fianco e costruire un rapporto sempre più stretto con le istituzioni europee. E Cosenza deve dotarsi di un laboratorio di europrogettazione”.

E’ quanto ha affermato il capogruppo di S&D al Parlamento europeo, Gianni Pittella, ieri, mercoledì 18 maggio 2016, durante la conferenza stampa in cui è stato presentato anche il Comitato cittadino per il sì al Referendum confermativo del ddl Boschi.

“Carlo – ha detto Gianni Pittella – è un protagonista della politica calabrese, un duro, un leader che si è assunto la responsabilità di condurre questa battaglia e vincere le elezioni”.

“E’ arrivato il momento di dare una svolta. I programmi a sportello possono essere intercettati da progetti nati dal basso. E il Piano di investimenti Juncker costituisce un’altra grande opportunità da non perdere. Dobbiamo invertire la rotta; sono troppo pochi 11 progetti italiani finanziati e, fra questi, nessuno che viene dal Meridione. Sono sicuro che Carlo Guccione sarà un sindaco capace di innescare politiche virtuose”.

“L’Europa – ha affermato Carlo Guccione, candidato a sindaco di Alleanza civica progressista – fa parte delle nostre vite. E la mia Grande Cosenza si avvicinerà sempre di più a Bruxelles. Ritornerà ad essere la città del passato, capace ancora di recitare un ruolo di primo piano nel panorama delle realtà urbane del Meridione. In Calabria è successo un fatto importante negli ultimi mesi. La città metropolitana di Reggio Calabria ha modificato l’architettura istituzionale di questa regione. Lavoriamo per la costruzione di una Grande Cosenza di 250mila abitanti. E la Metrotramvia sarà l’opera che rappresenterà questa svolta. In due anni, con fondi europei, porteremo a termine la più grande opera di Cosenza negli ultimi 30 anni”.

“Gianni Pittella – ha aggiunto Carlo Guccione – è un punto di riferimento importante in Europa. Chiedo a Gianni di tornare, quando sarò sindaco, per discutere di alcuni progetti sul rilancio del centro storico, il più grande del Sud dopo quello di Napoli”.

“Siamo al fianco di Carlo Guccione – ha detto Gaetano Pignataro, coordinatore cosentino di Lab Dem – in questa battaglia. La Grande Cosenza rappresenta al meglio il progetto di sviluppo dell’area urbana. Questo percorso elettorale sarà la buona occasione che la città di Cosenza sta aspettando da molti anni”.

“Siamo tutti mobilitati – ha sottolineato Cesare Loizzo, coordinatore regionale di Lab Dem – per Carlo Guccione e per il referendum. E la presenza di Gianni Pittella ha significato un preciso e importante per entrambi i passaggi politici”.

“Guccione possiede – ha detto Giuseppe Alonge (Pd) una straordinaria energia che mette al servizio del Partito democratico e della città di Cosenza”.

“Le sfide politiche dell’Europa – ha affermato Francesco Logiudice, ricercatore di Sociologia all’Università della Calabria – si giocano a Sud. E a Cosenza serve una guida autorevole come Carlo Guccione. La sua forza ideologica e il suo pragmatismo faranno diventare Cosenza una delle città più belle e sostenibili del Mezzogiorno”.

Commenta