“Cosenza come un grande polmone verde”. La città disegnata da Mario Occhiuto sarà un’oasi naturalistica · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

“Cosenza come un grande polmone verde”. La città disegnata da Mario Occhiuto sarà un’oasi naturalistica

cosenza_citta_del_verdeCOSENZA – Ieri sull’Agi il capoluogo bruzio compare tra i Comuni del Mezzogiorno con le più alte percentuali di aree verdi attrezzate e arredo urbano che incidono sulla qualità della vita

“Renderemo la nostra città un grande, ossigenante, polmone verde”.

Mario Occhiuto prosegue la sua campagna elettorale nella corsa a sindaco del capoluogo bruzio parlando alla gente dei contenuti e dei programmi per il futuro.

Ed è soprattutto così, come “un grande polmone verde”, che l’ex primo cittadino immagina Cosenza nei prossimi anni.

“Dopo aver ristrutturato il sistema delle Cooperative di tipo B – aggiunge – ed aver ottenuto risultati sul piano della riorganizzazione dei servizi avviati, possiamo dire di avere oggi le risorse umane specializzate per la cura del verde, per l’irrigazione e per tutti gli aspetti della manutenzione delle aree pubbliche a cielo aperto”.

Dalla recente riqualificazione della macchina organizzativa delle Coop, si intende ora proseguire nella gestione e valorizzazione delle aree verdi che, nel programma di Occhiuto, saranno ancora più estese, per una Cosenza sempre più pulita e sempre più bella da vedere.

“In precedenza – sottolinea Occhiuto – non c’era personale addetto che si occupasse nello specifico delle zone con aiuole, erba, fiori, alberi. La mia Amministrazione invece ha messo mano a questo settore cominciando a valorizzare il viale Parco. Proprio oggi, ad esempio, l’Agi riporta che Cosenza è tra le città del Mezzogiorno con le maggiori percentuali in quanto al verde attrezzato e agli arredi urbani che migliorano la qualità della vita”.

In questo contesto, il capoluogo bruzio diverrà un grande parco longitudinale con un’estensione verso ovest grazie a opere di ingegneria naturalistica ed a tutta un’oasi verde che circonderà il quartiere fieristico di viale Magna Grecia, e non solo.

“Nella mia visione – afferma sempre Occhiuto – viale Magna Grecia sarà riqualificata come prosecuzione del viale Parco in direzione ovest, attraverso la realizzazione di opere di valorizzazione paesaggistica sul fiume Campagnano, e diventerà una grande oasi verde attrezzata con piste ciclabili e percorsi benessere tutto intorno alla nuova cittadella dello sport contenente il nuovo stadio, il campo scuola, il palaghiaccio nell’area dell’ex bocciodromo e, appunto, il quartiere fieristico all’ingresso”.

Da qui, l’asse longitudinale disegnato da Occhiuto si allungherà poi fino a Vaglio Lise e all’ultimo lotto di via Popilia dove pure la forte attenzione al verde sarà un elemento strutturante nell’ambito della rigenerazione di tutti i quartieri.

Commenta