Rimozione rifiuti nei bacini dell’ex Legnochimica · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Rimozione rifiuti nei bacini dell’ex Legnochimica

Legno chimica RendeRENDE (CS) – Urgenza Legnochimica e cambio di marcia da parte del sindaco di Rende Marcello Manna e questa mattina lo stesso sindaco di Rende ha firmato l’ordinanza comunale n.139 con oggetto: la rimozione dei rifiuti.

Ordinanza d’urgenza, anche perché, la preoccupazione è tanta per l’emissione dei fumi che in queste giornate di fine estate stanno interessando la zona. Fumi anche maleodoranti.

Ordinanza è stata spedita al signor Pasquale Bilotti, in qualità di Liquidatore della Società Legnochimica Srl. Ed è chiaro il passaggio che “l’avvio delle operazioni di rimozione dei rifiuti presenti nei bacini numero 4-5 devono essere fatte entro il termine di 15 giorni dal ricevimento del provvedimento” sottolinea la voglia del primo cittadino di spingere verso una definitiva risoluzione del problema. Considerando anche il fatto che “la Società Legnochimica s.r.l in liquidazione ,proprietaria dell’area, non ha eseguito alcun intervento in ottemperanza alle diffide e per l’eliminazione delle cause dell’emissione dei fumi dai bacini artificiali e l’emissione dei fumi e l’accendersi degli incendi possono essere arrestati con la rimozione dei rifiuti depositati nei bacini n. 4 e 5”.

Il sindaco di Rende ha ,con questa ordinanza, messo in pratica il comma 5 dell’articolo 50 del D.lgs n.267/2000 che prevede “in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale le ordinanze contenibili e urgenti sono adottate dal sindaco, quale rappresentante della comunità locale”.E per il 16 settembre è prevista la convocazione da parte del Prefetto per la conferenza dei servizi dove ci saranno tutti gli enti portatori di interesse con l’invito anche al Ministero all’ambiente.

Commenta

loading...