Rende, Laboratorio Civico: Hanno abbandonato il centro storico e adesso parlano di rilancio · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Rende, Laboratorio Civico: Hanno abbandonato il centro storico e adesso parlano di rilancio

rende_laboratorio_civicoRENDE (COSENZA) – Apprendiamo dalla stampa che oggi il centro storico di Rende ospita un piccolo convegno su urbanistica e borghi antichi.

Restiamo sempre più sbigottiti dal fatto che chi ha decretato la morte del centro storico oggi si ricordi della sua esistenza. Meglio tardi che mai, però. Peccato, per loro, essere arrivati in ritardo. Ci stiamo già pensando noi a innalzare il livello culturale e urbanistico della parte vecchia della città, elemento essenziale dello sviluppo dell’intera comunità di Rende.

Il riformismo non appartiene a chi progetta e costruisce le solite incompiute. Il riformismo è di chi termina le opere e le consegna ai cittadini.

Il centro storico è stato smembrato volutamente negli ultimi decenni. Ora noi stiamo cambiando passo. Alcuni uffici amministrativi torneranno nella parte vecchia della città e il fulcro delle attività culturali si sposterà fra le nostre mura storiche.

Siamo coscienti della difficoltà di questo progetto di rilancio, ma è un impegno che abbiamo preso con I cittadini e manterremo la nostra promessa.

Nel nuovo Psc è allo studio la riduzione del lotto minimo dei suoli ricadenti nell’area del centro storico.

Decenni di isolamento e danni provocati da scelte politiche volutamente errate non possono essere cancellati con l’utilizzo di una bacchetta magica.

Noi del Laboratorio civico chiamiamo spesso in causa la memoria. E non dimentichiamo la storia politica e il talento amministrativo di Cecchino Principe. Quello che lui ha fatto appartiene al patrimonio di tutti I rendesi, nessuno escluso.

Peccato che I suoi eredi naturali abbiamo dissipato quel patrimonio. Ne è prova la sconfitta sonora alle ultime amministrative, dove gli elettori del centro storico hanno punito severamante la sedicente riproposizione della vulgata riformista. Quel riformismo che nei modi e nelle pratiche era esclusivamente il dispiegamento di logiche tiranniche e isolate dal dibattito civile. Un riformismo che ha ucciso il centro storico. Forse è il caso che qualcuno se ne ricordi.

Laboratorio civico Rende

Commenta

loading...