Birdwatching: torna il “BIG DAY” della Lega Italiana Protezione Uccelli. Sabato 1 e domenica 2 ottobre, nelle oasi e riserve Lipu · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Birdwatching: torna il “BIG DAY” della Lega Italiana Protezione Uccelli. Sabato 1 e domenica 2 ottobre, nelle oasi e riserve Lipu

Print Friendly, PDF & Email

DSCN2284RENDE (COSENZA) – Decine di migliaia di persone con gli occhi rivolti al cielo, per assistere alla meraviglia della migrazione e contare gli uccelli. E’ l’Eurobirdwatch 2016, il più importante evento dedicato al birdwatching in Europa, in programma l’1 e il 2 ottobre in 37 paesi europei, organizzato da Birdlife International e in Italia dalla Lipu.

Come l’anno scorso, l’Eurobirdwatch della Lipu, aperto alla partecipazione di tutti, adulti e ragazzi, darà vita anche al Big Day, una gara ispirata al noto Big Year che si svolge negli Stati Uniti.  Sono previste quattro gare, che premieranno
1) chi osserverà il torcicollo, una particolare specie di picchio, piuttosto rara ma che con un po’ di fortuna e abilità si può avvistare nei boschi, nei frutteti, nei campi e anche negli spazi aperti in città;
2) una specie “misteriosa”, che sarà rivelata solo a posteriori;
3) il gruppo più numeroso di partecipanti e 4) quello che avrà osservato più specie.

Teatro dell’evento saranno il sistema delle oasi e riserve della Lipu e numerose aree di interesse ornitologico scelte dai volontari delle sezioni: parchi, coste, fiumi e zone umide dove ammirare la garzetta e il falco di palude, pettirossi, fringuelli e luì. In tutto quasi 300 specie, tra nidificanti, erranti o in migrazione. Durante l’evento sarà possibile iscriversi alla Lipu con un’offerta esclusiva per i partecipanti.Euro BW 2016

Ma l’Eurobirdwatch non è solo sfida e divertimento. Come ogni anno, i dati raccolti dalla Lipu e dagli altri Paesi europei partecipanti all’Eurobirdwatch saranno trasmessi a BirdLife Svizzera che coordina l’edizione 2016. Ne scaturirà una grande “fotografia” europea della migrazione degli uccelli selvatici, nel momento clou del loro ritorno verso le aree di svernamento del Mediterraneo e africane invernali. Un modo per conoscere meglio le abitudini dei migratori e offrire loro una protezione ancora più efficace.

L’Eurobirdwatch farà tappa anche in Calabria domenica 2 ottobre con due uscite entrambe in aree di grande interesse ornitologico e ambientale, la Riserva Naturale del Lago di Tarsia (CS) e la Foce del Fiume Neto (KR). Si tratta di due aree umide strategicamente importanti per gli uccelli perché ubicate lungo importanti rotte migratorie.

cormoraniAd organizzare le due uscite in Calabria è la sezione provinciale della Lipu di Rende che metterà a disposizione dei partecipanti cannocchiali e binocoli e l’esperienza dei suoi volontari che faranno da guida nel riconoscimento degli uccelli. Aironi, svassi, folaghe,falchi di palude, cormorani, rondini, gruccioni saranno tra le specie più facilmente avvistabili.

Per ulteriori info sulle uscite consultare la pagina facebook Lipu Rende o il sito www.lipurende.it

L’Eurobirdwatch è un grande evento europeo che offre un contributo tecnico alla conoscenza della migrazione ma rappresenta anche una bellissima occasione di birdwatching collettivo, di coinvolgimento delle persone, di promozione del birdwatching come attività avvincente.

UFFICIO STAMPA LIPU-BIRDLIFE ITALIA
Sezione Provinciale LIPU Rende (CS)

pubblicità

loading...