Lavoratori InfoContact, chiesto tavolo a Oliverio. Graziano: “È nostro dovere garantire sostegno a chi attraversa un momento così difficile” · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Lavoratori InfoContact, chiesto tavolo a Oliverio. Graziano: “È nostro dovere garantire sostegno a chi attraversa un momento così difficile”

consiglio_regionale_calabria_giuseppe_grazianoRENDE (COSENZA) – Vertenza lavorativa dei dipendenti InfoContact, il Segretario questore del Consiglio regionale, Giuseppe Graziano, scrive al Presidente Oliverio per chiedere la convocazione di un tavolo tecnico-istituzionale. L’obiettivo è quello di individuare una soluzione di superamento alla grave condizione in cui si sono ritrovati gli operatori dell’azienda a seguito delle note vicende giudiziarie che hanno interessato la società.

La missiva al Governatore è stata inoltra stamani (Venerdì, 30 Settembre) e già nelle prossime ore si attendono riscontri. Nel frattempo il Consigliere Giuseppe Graziano esprime piena solidarietà ai lavoratori auspicando per loro una rapida risoluzione della vertenza, con l’augurio che possano trovare a breve una nuova e duratura collocazione lavorativa.

La questione dei lavoratori della InfoContact – dichiara Graziano – così come è stata articolata, nelle ultime ore, dalle Associazioni sindacali, è chiara quanto grave, ed evidenzia una importante situazione creditizia nei confronti dell’impresa, al momento insormontabile. A tal proposito – prosegue il Segretario questore – ho chiesto al Presidente della Giunta regionale di mettere in campo tutte le azioni istituzionali possibili per solidarizzare con i lavoratori per far loro sentire la vicinanza della Regione e di valutare la convocazione, a breve, di un tavolo tecnico istituzionale che possa individuare una soluzione mirata a risolvere tale vertenza. Da Istituzioni – conclude – abbiamo il dovere garantire pieno sostegno a queste persone e alle loro famiglie in un momento di oggettiva difficoltà.

Commenta

loading...