Le probabili formazioni di Cosenza-Pescara · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Le probabili formazioni di Cosenza-Pescara

COSENZA – Si accendono le luci sul San Vito Marulla, il Cosenza torna a giocare in notturna in casa dopo quasi cinque mesi e nella menti dei tifosi riaffiorano dolci ricordi di quella semifinale playoff con il Sudtirol. La formazione di Piero Braglia ha conquistato la serie cadetta, adesso lotta per mantenere la categoria tra un pò di alti e bassi.

La sfida non sarà delle più semplici in questo turno infrasettimanale, l’avversario è la capolista Pescara reduce dalla prima sconfitta della stagione. C’è curiosità per questa partita, si affrontano due tecnici esperti con Bepi Pillon che si vuole lasciare alle spalle il passo falso con il Cittadella.

I calabresi in casa, sul campo, non hanno mai perso tranne la sconfitta a tavolino comminata la prima giornata contro l’Hellas Verona. Due giornate fa è arrivata la prima e unica vittoria, un 2-0 convincente contro il Foggia ma il bilancio in trasferta non sorride vista anche l’ultima sconfitta del Rigamonti con il Brescia. Manca quella continuità al Cosenza per lasciare i bassifondi della classifica. Esame di maturità quello di questa sera, il presidente Guarascio ha chiamato a raccolta i sostenitori per la sfida al Pescara.

Gli abruzzesi nonostante la sconfitta di misura con il Cittadella mantengono la testa della classifica con un punto di vantaggio sulla seconda, il tecnico predica calma in vista di questo tour de force cominciato proprio sabato scorso. L’uomo in più è sicuramente Mancuso, il Pescara non vince senza il gol del suo bomber. L’ultimo precedente tra queste due squadre in serie cadetta manca addirittura da diciotto anni, era il 3 settembre 2000 quando Savoldi consegnò i tre punti al Cosenza.

COME ARRIVA IL COSENZA – Piero Braglia perde D’Orazio ma ritrova Di Piazza, il tecnico dovrebbe comunque conferma il consueto 4-3-1-2 visto nelle settimane precedenti. In avanti ci sarà il grande ex della sfida, Riccardo Maniero che con la maglia del Pescara conquistò la promozione nell’annata di Zeman insieme a gente come Insigne, Verratti e Immobile. Al suo fianco si muoverà Tutino che dopo la grande stagione in Serie C sta confermando tutte le sue grandi doti in cadetteria con alle loro spalle l’ex Cesena Garritano. A centrocampo rispetto alla trasferta di Brescia dovrebbe trovare spazio dall’inizio Varone per dare un turno di riposo a Bruccini, insieme all’ex Ternana ci saranno Palmiero e Mungo. In difesa tutto confermato, Corsi e Legittimo si muoveranno sugli esterni con la coppia centrale formata da Idda e Dermaku. In porta ancora assente Perina, c’è Saracco ma dopo le ultime incertezze non è escluso il possibile avvicendamento con il giovane Cerofolini.

COME ARRIVA IL PESCARA – Nemmeno il tempo di smaltire le tossine della sconfitta con il Cittadella che Bepi Pillon deve pensare all’undici da mandare in campo contro il Cosenza, la cosa certa è il modulo con il 4-3-3 che vedrà qualche modifica per quanto riguarda gli uomini. Davanti alla porta di Fiorillo infatti ci sarà la coppia formata da Gravillon e Campagnaro che parte leggermente favorito su Perrotta mentre sugli esterni dovrebbe partire dall’inizio Ciofani a destra con Del Grosso sulla fascia opposta. La grande assenza potrebbe essere quella di Brugman, il capitano ha effettuato soltanto terapie nella giornata di ieri e potrebbe essere risparmiato, al suo posto Palazzi con Machin e l’ex Atalanta Melegoni. Quest’ultimo prenderà il posto di un Memushaj non perfette condizioni fisiche. Qualche cambio anche davanti, dall’inizio ci sarà il giovane scuola Roma Antonucci con lo spostamento di Mancuso nel ruolo di centravanti e il veloce Marras largo sulla destra. Verso la panchina quindi sia Monachello che Cocco.

LE PROBABILI FORMAZIONI COSENZA (4-3-1-2): Saracco; Corsia, Idda, Dermaku, Legittimo; Mungo, Palmiero, Varone; Garritano; Tutino, Maniero. Allenatore: Piero Braglia. PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Ciofani, Gravillon, Campagnaro, Del Grosso; Melegoni, Palazzi, Machin; Marras, Mancuso, Antonucci. Allenatore: Giuseppe Pillon. (Tuttomercatoweb)

Commenta