Caso “Torrecuso”, il Rende Calcio chiede di vigilare sul campionato · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Caso “Torrecuso”, il Rende Calcio chiede di vigilare sul campionato

Print Friendly, PDF & Email

rende-calcio-stemmaRENDE (CS) – La decisione dell’A.s.d Torrecuso di far scendere in campo la formazione Juniores nazionale nelle ultime sei giornate di campionato oltre a cogliere di sorpresa lascia estremamente esterrefatti.

Volendo entrare nel merito fa specie che il campionato venga considerato irregolare solo adesso, semmai è vero esattamente il contrario visto che questa decisione favorirà solo alcune squadre mentre ne penalizzerà la maggior parte. Le critiche che vengono mosse alle istituzioni della LND e della classe arbitrale appaiono alquanto strumentali e con una tempistica a dir poco infelice dopo che la classifica ha fatto emergere valori tecnici diversi rispetto a quanto successo nel corso della prima parte della stagione. Chi grida oggi allo scandalo non risulta che in quella fase abbia avuto da ridire, anzi.

Il Rende calcio, alla luce degli ultimi accadimenti, auspica un intervento tempestivo della Procura federale sia per salvaguardare la regolarità di un finale di campionato assai incerto, sia per chiarire in tempi brevi una vicenda che, agli occhi dei tanti addetti ai lavori, inficia la credibilità di tutto il movimento della Quarta serie e potrebbe configurare scenari non in linea con le norme federali.

In quest’ottica sarà particolarmente apprezzata anche una presa di posizione della LND, che rischia di veder vanificato tutto l’impegno profuso per dare al campionato quell’immagine di sportività e lealtà che da sempre ha caratterizzato il suo operato.

Anche la città di Rende è in subbuglio perché questo comportamento potrebbe compromettere un sogno che, con enormi sacrifici, si sta costruendo passo dopo passo.

pubblicità

loading...