Pallanuoto femminile A1: operazione riscatto per la Città di Cosenza · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Pallanuoto femminile A1: operazione riscatto per la Città di Cosenza

Print Friendly, PDF & Email

pallanuoto_femminile_tecnico_marco_capannaOperazione riscatto per la Città di Cosenza che per la sesta di andata della serie A1 femminile di pallanuoto affronterà in trasferta Sabato 14 Novembre (ore 13,00) la Rari Nantes Imperia.

Una gara alla portata della formazione cosentina, se riuscirà ad interpretarla nella maniera giusta, giocando con intensità, agonismo, determinazione, doti mancate nel confronto di Sabato scorso col Prato. Obiettivo per Angela Manna e compagne, riprendere a marciare speditamente, anche in virtù di un calendario che le vedrà affrontare dopo la Rari Nantes Imperia, la Rari Nantes Bologna in casa.

La formazione ligure relegata all’ultimo posto in classifica a quota zero tenterà di conquistare i primi punti della stagione e vorrà farlo in una partita dal sapore particolare, visti gli ex di “spessore” che oggi militano nella Città di Cosenza.

Ad iniziare dal tecnico Marco Capanna che ha portato la compagine ligure sul tetto d’Italia e d’Europa. “Oggettivamente – sottolinea l’allenatore della Città di Cosenza – c’è il piacere di rivedere tante persone con le quali ho condiviso tanti momenti della mia vita. Aggiungo che sono molto sereno e concentrato sulla partita perché è importante sia per la classifica sia per dare continuità a questo inizio del nostro percorso. Una gara che entrambe le squadre cercheranno di vincere”.

Dell’incontro saranno altre due ex, oggi con la calottina della Città di Cosenza, le nazionali Silvia Motta e Francesca Pomeri, aggregatesi alla squadra a metà settimana dopo il collegiale azzurro. Per entrambe però una partita come le altre. “Una gara come tutte – sottolinea Francesca Pomeri – giocata in una piscina conosciuta e cambierà solo la calottina”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Silvia Motta.

“Un incontro come tanti – osserva la giocatrice della Città di Cosenza – in settimana abbiamo lavorato forte e come sempre daremo il massimo”. Quello che ci si auspica in casa della Città di Cosenza, pur nel rispetto delle avversarie è un risultato pieno che passi soprattutto attraverso il gioco e che significherebbe acquisire una maggiore considerazione nei propri mezzi.

pubblicità

loading...