Indetti i campionati di pallavolo 2015/2016. Si rischia l’involuzione · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Indetti i campionati di pallavolo 2015/2016. Si rischia l’involuzione

volley_pallavolo_femminiliDopo tanta attesa il Comitato Regionale FIPAV ha indetto i campionati (provvisori) per la prossima stagione. E’ stato enorme lo stupore degli addetti ai lavori per i criteri decisi per la serie C femminile.

Un campionato a 16 squadre (anziché 14) con due ipotetici ripescaggi dalla serie D, senza play off e play out, una sola promozione (la prima della regular season), nessuna novità per avvantaggiare la presenza delle under 18, anzi è stata eliminata il limite di 4 over che così possono essere illimitate.

Esattamente l’opposto di quello che si predica e si fa in tutta l’Italia. Un campionato che rischia di finire già a Dicembre e che rischia di rendere inutile se non di difficile prosecuzione la seconda fase. Infatti se già a metà campionato una squadra avrà già ipotecato la classifica finale (così come queste regole preannunciano) il resto delle partite saranno poco più che amichevoli o raduni amatoriali se non incontri tra scapole e maritate. Così si allontana il pubblico dalle partite e si fa scemare l’interesse delle ragazze, dei tecnici e degli addetti ai lavori per mancanza di obiettivi stagionali.

C’è da augurarsi che il Comitato Regionale FIPAV riveda ed in fretta questo orientamento. Bisogna assolutamente reintrodurre i play off che diventino obiettivo di tante squadre e secondo noi anche i play out, dando un senso a tutto il campionato con una lotta serrata fino all’ultima partita. E’ poi necessario reintrodurre il limite di 4 over e rendere l’obbligo di minimo 3 under nel roster di ogni squadra.

Evitiamo che il campionato di serie C femminile diventi una “casa di riposo” per “pensionate” della serie A e B. Bisogna allinearsi ai criteri organizzativi moderni e non fare passi indietro in Calabria anche nello sport. E’ indispensabile privilegiare le società che investono nei vivai per garantire un futuro serio alla pallavolo calabrese e creare agonismo che susciti curiosità e attrazione per le tifoserie e incentivi giusti stimoli per atlete e allenatori. Se poi proprio si vuol far salire a tutti i cositi la prima della regular season, allora si introducano i play off quale priorità in caso di ripescaggio dalla B2 nelle stagioni successive.

Di sicuro la Deseta Casa Volley Cosenza farà i suoi passi nelle sedi opportune per far riesaminare ai fini delle decisioni definitive le linee guida provvisorie.

Commenta