Pallavolo femminile Serie C: la Beta Volley Cosenza perde di misura al tie break (2-3) lo scontro al vertice contro la Gerardo Sacco Crotone · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Pallavolo femminile Serie C: la Beta Volley Cosenza perde di misura al tie break (2-3) lo scontro al vertice contro la Gerardo Sacco Crotone

COSENZA – Costrette a giocare lo scontro al vertice in quel di Camigliatello Silano per mancanza e indisponibilità di impianti sportivi nell’area urbana di Cosenza Rende, le ragazze della Beta Volley Cosenza hanno dato luogo ad una grande prestazione nello scontro al vertice contro la Gerardo Sacco Crotone, attuale capolista del girone A della serie C.

La partita è stata entusiasmante, sia agonisticamente e tatticamente, un incontro di categoria superiore. Un vero peccato non averla potuta disputare a Cosenza o Rende, davanti al pubblico delle grandi occasioni, come l’evento avrebbe meritato. Il pessimo tempo e l’improvvisa nevicata ha fatto poi desistere anche molti aficionados. E così ancora una volta la squadra del presidente Filippelli non riesce a disputare una partita casalinga in città o nell’area urbana, con tanta amarezza e rammarico.

Un problema che riguarda tutte le squadre e le società della città e dell’hinterland e non si comprende come l’emergenza impianti sportivi nell’area urbana non sia al primo punto dell’agenda non solo delle amministrazioni pubbliche (Regione, Provincia, Comuni) ma anche delle varie Federazioni e del CONI. Fino a quando la nostra città ed il suo comprensorio debbano rimanere da quarto mondo nell’impiantistica per lo sport? Nei prossimi giorni la Beta Volley Cosenza aprirà un discussione pubblica sul problema con l’intento di risvegliare le “menti addormentate”.

Ritornando all’incontro “silano”, la compagine cosentina ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato. Infatti anche se nel conteggio della somma dei punti la Beta Volley Cosenza è nettamente avanti (111 a 102) il risultato finale (2 – 3) non le sorride fino in fondo. Davanti a un centinaio di supporters delle due città, con la presenza di un assordante tamburo dei tifosi ospiti, l’incontro è stato tesissimo ma correttissimo tra le protagoniste in campo.

Grande partenza della Beta Volley Cosenza che nel primo set domina incontrastata chiudendo con un perentorio 25/11. Inizio del secondo con le brettie che entrano in campo rilassate e con le pitagoriche che con un break di 0/5 tentano la fuga.

Le ragazze di mister Crispino riprendono a macinare gioco e punto su punto raggiungendo le ospiti sul 23 prima e sul 24 pari poi. Il dominio di De Simone, Adamo & C. riappariva di nuovo evidente. Solo un paio di palle fortunose e “sporche” consentiva alla compagine crotonese di aggiudicarsi un set (25/27) che avrebbe meritato ben altra sorte, e che avrebbe potuto dare la svolta all’incontro.

Un set tesissimo, con scambi infiniti con un’adrenalina in campo e sugli spalti elevatissima. Un clima che coinvolgeva il viceallenatore del Crotone Argirò che con il punto finale esultava fuori misura verso la squadra e le ragazze cosentine e che provocava la reazione di mister Crispino.

Al battibecco rispondeva l’arbitro Luigi Piccione che mostrava i cartellini rosso e giallo ai due, tenendoli fuori campo per l’intero terzo set. Un terzo set che ancora una volta vedeva, anche in virtù di quanto successo tra i due tecnici, una grande reazione delle atlete di casa che riuscivano a portarsi avanti fino a dieci punti per cedere in vista dell’arrivo ma senza mai mettere in dubbio l’esito del set (25/23).

La quarta frazione di gioco vede le due contendenti lottare palla su palla e punto su punto, con le cosentine che pagano nel finale un po’ di stanchezza e tensione (22/25), ma mai cedendo le armi.

Stessa sorte al tie break, con un risultato in bilico fino al fotofinish (14/16). Applausi per tutte le atlete in campo che hanno dato luogo ad una partita straordinaria e divertente.

Per quanto visto in campo la Beta Volley Cosenza avrebbe meritato ampiamente la vittoria finale. Si è vista una squadra attenta, concentrata, volenterosa. Ci sono ancora margini di miglioramento nelle intese e nelle condizioni fisiche di alcune atlete, rilevato che recenti infortuni e assenze non hanno consentito di raggiungere il top delle potenzialità.

La prestazione della serata in aggiunta ad una maggiore convinzione nei momenti topici degli incontri, fa però ben sperare per il futuro. La formazione crotonese di Pietro Asteriti, in testa alla classifica dall’inizio della stagione, ancora una volta ha mostrato la sua forza ma soprattutto la sua esperienza e capacità di reazione nei momenti difficili e decisivi dell’incontro, che probabilmente è l’elemento che la posizione al momento una spanna al di sopra delle altre contendenti più accreditate del girone.

Prossimo impegno per la Beta Volley Cosenza a Spezzano Albanese contro la Kermes che a sorpresa è riuscita ad espugnare il campo della Fisiotonik San Lucido (2 – 3) ed a portarsi a ridosso (insieme all’Avolio Castrovillari) proprio della quarta posizione utile per l’ingresso nel girone play off, occupata dalla stessa formazione tirrenica.

 

Commenta

loading...