Unical, domani comincia la due giorni su “Il linguaggio nell’Italian Thought” · Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Cosenza, da Rende e dal cosentino, dalla Calabria.

Unical, domani comincia la due giorni su “Il linguaggio nell’Italian Thought”

ARCAVACATA DI RENDE (COSENZA) – Comincia domani, giovedì 12 ottobre, alle ore 15, la conferenza su ‘Il linguaggio nell’Italian Thought’. La due giorni si tiene presso lo University Club dell’Università della Calabria e vede la partecipazione di relatori provenienti dalle Università di tutta Italia, tra gli altri, Roberto Esposito, Paolo Virno, Franco Lo Piparo e Dario Gentili.
Il convegno è stato organizzato da Felice Cimatti, filosofo del Network on Italian Thought and European Philosophies, in collaborazione con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Unical, dove il docente insegna.
Domani, alle ore 15, dopo i saluti del direttore del Dipartimento, Raffaele Perrelli, la prima sessione presieduta da Daniele Gambarara. Interverranno Roberto Esposito, Felice Cimatti, Enrica Lisciani Petrini, Paolo Virno e Mirko Tavoni.
Giovedì 13, la sessione mattutina comincia alle ore 9. Presieduta da Pio Colonnello, comprende gli interventi di Stefano Gensini, Rocco Ronchi, Roberto De Gaetano e Davide Tarizzo.
Nel pomeriggio, dalle ore 15 la sessione conclusiva: presiede Ines Crispini e intervengono Giusi Strummiello, Vincenzo Vitale, Dario Gentili, Franco Lo Piparo e Marco Mazzeo.
La due giorni si connette agli ambiti di interesse del Network sull’Italian Thought, che raccoglie docenti di Università italiane e straniere intorno al pensiero italiano contemporaneo e ai suoi rapporti con le altre scuole filosofiche europee. Della rete, costituita nel 2016, fa parte anche un gruppo dell’Università della Calabria, coordinato dal professore Cimatti.
Il dibattito sull’Italian Thought – si legge sul sito del Network – ha, fin dai suoi esordi, individuato nella tradizione operaista e post-operaista e nella interpretazione italiana della biopolitica i suoi principali ambiti di riferimento – quelli a cui, del resto, all’estero viene ricondotta la cosiddetta “differenza italiana”».

Programma Completo:
Giovedì 12 ottobre, ore 15
Saluti del Direttore del Dipartimento, Raffaele Perrelli
Presiede: Daniele Gambarara
Roberto Esposito, Normale di Pisa – Negazione e politica in Saussure
Felice Cimatti, Università della Calabria – La vita estrinseca. Il linguaggio nell’Italian Thought
Enrica Lisciani Petrini, Università di Salerno – Linguaggio arcaico. Il ‘pensiero selvaggio’ di D’’Annunzio
Paolo Virno, Università Roma3 – L’importanza del verbo ‘avere’ nella descrizione della natura umana
Mirko Tavoni, Università di Pisa – Dante è un IPL (Italian Philosopher of Language)?

Venerdì 13 ottobre, ore 09:30
Presiede: Pio Colonnello
Stefano Gensini, Università La Sapienza – Il vero filosofo linguista italiano secondo Giacomo Leopardi (Zib. 2127)
Rocco Ronchi, Università dell’Aquila – Critica della critica critica. Retorica e metafisica nell’Italian Thought
Roberto De Gaetano, Università della Calabria – Pasolini e il cinema come “lingua scritta della realtà”
Davide Tarizzo, Università di Salerno – Chi dice di no?

Venerdì 13 ottobre, ore 15
Presiede: Ines Crispini
Giusi Strummiello, Università di Bari – Tra biologizzazione dell’esistenza e storicizzazione della vita
Vincenzo Vitale, Università di Basilea – L’armonia del linguaggio di Carlo Emilio Gadda
Dario Gentili, Università Roma3 – “Crisi cosmica”. A partire da Pier Paolo Pasolini
Franco Lo Piparo, Università di Palermo – Egemonia e linguaggio. Da Dante a Gramsci e … Wittgenstein
Marco Mazzeo, Università della Calabria – Il filosofo boxeur. Muhammad Ali e l’operaismo

Commenta

loading...