Il 18 settembre conferenza stampa sulle risultanze del Progetto “Ristorando”

ristorando_cosenzaCOSENZA – Sostenere i bisogni dei cosiddetti working poors, ossia persone che pur lavorando gravitano intorno alla soglia di povertà, padri separati che non riescono a far fronte a doppie richieste di vitto e alloggio, anziani e disabili che percepiscono una pensione sociale e che subiscono i tagli del Welfare, famiglie nelle quali solo uno dei coniugi ha un lavoro e che, gravate dal mutuo, non arrivano alla fine del mese, famiglie di detenuti e ex detenuti, insomma quel variegato mondo di chi vive la “Miseria Anonima”, per vergogna e senso di impotenza, italiani soprattutto.

Accanto a loro, per un anno, il progetto Ristorando, realizzato dall’Associazione Meda Calabria e da una fitta rete di volontariato, su finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Ora, alla vigilia dell’evento conclusivo – un seminario che traccerà il quadro delle “nuove povertà sociali ed economiche” – si tirano le somme di questo impegno in un incontro con la stampa che si terrà nel giardino di Ristorando (la cui sede è in via Popilia, di fronte all’Agenzia delle Entrate) venerdì 18 settembre alle ore 11.

A fare gli onori di casa Flora Barone (responsabile del Progetto) e Umberto Nigro, per il CSV-Volontà solidale. L’Amministrazione comunale, che ha affiancato e supportato il progetto anche attraverso la sua Porta Sociale, sarà presente con il Sindaco Mario Occhiuto; Rossana Bozzarello, consulente legale di Ristorando, illustrerà le risultanze del progetto mentre Stefania Rota, amministratore delegato del salumificio San Vincenzo testimonierà la vicinanza delle aziende. Saranno presenti i presidenti delle associazioni Meda Calabria, Amico Volontario, Amicib, Stella Cometa, I am I Can.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *