I libri entrano nel carcere di Cosenza con il progetto “Liberi di Leggere” | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

I libri entrano nel carcere di Cosenza con il progetto “Liberi di Leggere”

carcere_casa_circondariale_cosenzaCOSENZA – Venerdì 29 aprile alle ore 11.00 presso la sala Cosmai dell’Istituto penitenziario “Sergio Cosmai” di Cosenza, si terrà la conferenza stampa promossa dall’associazione di volontariato penitenziario LiberaMente per presentare il progetto Liberi di Leggere e per firmare un protocollo d’intesa con la stessa casa circondariale e con la parrocchia Santa Maria Madre della Chiesa.

Il progetto Liberi di Leggere, finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali nell’ambito del bando Direttiva 266/91, prevede la gestione della biblioteca all’interno del carcere, la realizzazione di reading, incontri con gli autori e laboratori di scrittura creativa ed il coinvolgimento della cittadinanza tramite la possibilità di lasciare un “libro sospeso” per i detenuti.

“L’obiettivo – ha affermato il presidente dell’associazione, Francesco Cosentini – è quello di sostenere percorsi di inclusione e reinserimento sociale dei detenuti attraverso la lettura. Il progetto Liberi di Leggere, in modo particolare, prevede il potenziamento della biblioteca già attiva nella casa circondariale di Cosenza con l’acquisto di nuovi arredi e nuovi libri”. Il protocollo d’intesa, che sarà firmato da LiberaMente, casa circondariale Cosmai e parrocchia Santa Maria Madre della Chiesa riguarda, invece il potenziamento della stessa biblioteca, ma anche l’avvio di attività teatrali e sportive in carcere.

Advertisement

Alla conferenza stampa parteciperanno il direttore della casa circondariale di Cosenza, Filiberto Benevento, il presidente di Liberamente, Francesco Cosentini e il presidente Parrocchia Santa Maria Madre della Chiesa Onlus, don Franco Bonofiglio.

Advertisement

Commenta