L'Amministrazione comunale plaude all'iniziativa di un gruppo di associazioni a favore dei bambini delle case famiglia | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

L’Amministrazione comunale plaude all’iniziativa di un gruppo di associazioni a favore dei bambini delle case famiglia

foto-piccolo-coro-teatro-rendanoCOSENZA – L’Amministrazione comunale ha rivolto un plauso e un particolare apprezzamento all’iniziativa di un gruppo di associazioni che hanno promosso, nel corso delle festività di fine anno e di questo primo scorcio del 2017, una raccolta di fondi finalizzata all’acquisto di doni, consegnati, in occasione del Natale e dell’Epifania, ai bambini ospiti delle case famiglia della città.
Tutto è nato da una vera e propria catena di associazioni, gruppi, privati e singoli cittadini che hanno unito le loro forze per esaudire i desideri di 57 bambini ospiti delle case famiglia di Cosenza, espressi scrivendo la classica letterina a Babbo Natale e alla Befana.

L’Amministrazione Comunale, attraverso l’assessorato guidato da Loredana Pastore, ha aderito all’iniziativa,donando le simpaticissime decorazioni (piccoli pupazzi dipinti su legno) dell’albero di Natale allestito lo scorso anno in Piazza Kennedy.

A questa sorta di “fabbrica dei desideri” hanno dato il loro fattivo contributo il Coro polifonico dell’Università della Calabria, il Piccolo coro del Teatro Rendano, l’Orchestra Sinfonica Giovanile della Calabria, l’Associazione Musicale “Maurizio Quintieri”, “Ops arte in corso”, il gruppo Facebook “Mamme a Cosenza”, la Banda musicale città di Rose e San Pietro in Guarano, l’Associazione “Gomitolo Rosso” che raggruppa le donne affette da endometriosi, il Circolo Acli di Fiego a Donnici Inferiore, il Gruppo facebook “Donne unite per il sociale” e, infine, l’Associazione Niky Aprile Gatti onlus.

I gruppi si sono autotassati, acquistando direttamente i giochi, mentre i cori, le bande e le associazioni musicali, oltre all’autotassazione, hanno organizzato alcuni concerti finalizzati alla raccolta dei fondi.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità